Interparfums: accelerazione della crescita 2019 grazie ai lanci

Interparfums ha annunciato martedì di puntare ad un’accelerazione della propria crescita nel 2019 grazie ad importanti lanci di profumi, mentre il suo margine operativo dovrebbe rimanere stabile, tenendo conto degli investimenti pubblicitari previsti.

Un profumo di Jimmy Choo - Inter Parfums

Il realizzatore di profumi su licenza ha affermato di puntare su un fatturato compreso tra i 460 e i 470 milioni di euro l’anno prossimo, per una crescita dal 7% all’8% a cambi costanti, trascinata dalle nuove fragranze di cui è previsto il lancio per tutti i suoi marchi principali.
 
Un terzo profumo maschile sarà lnciato all’inizio dell’anno prossimo da Montblanc, primo marchio del gruppo come giro d’affari, una nuova essenza femminile è attesa per Lanvin in estate, mentre una seconda linea maschile nascerà in autunno per Jimmy Choo.
 
"Il lancio di Montblanc “Explorer” si annuncia molto promettente. Se aggiungiamo le altre importanti iniziative pianificate (...) per il 2019 e il 2020 (...) disporremo di importanti vettori di sviluppo che ci permetteranno di aprire una nuova fase di evoluzione costante", ha dichiarato il Presidente e Direttore Generale del gruppo, Philippe Benacin, citato in un comunicato.
 
Interparfums precisa che manterrà i suoi investimenti nel marketing e nella pubblicità ad un livello elevato, che rappresenterà circa il 24% delle sue vendite, e che di conseguenza il suo margine operativo dovrebbe rimanere stabile nei dintorni del 13,5%.
 
Per l’esercizio in corso, il gruppo francese ha confermato di prevedere vendite leggermente superiori ai 430 milioni di euro, dopo i 422 milioni registrati nel 2017, per un aumento di circa il 2%.
 
Il margine operativo, al 13,5%, dovrebbe anch’esso essere conforme alle previsioni. Il gruppo aveva dichiarato di prevedere un rallentamento della propria crescita nel 2018, avendo deciso di limitare il numero di lanci quest’anno e di avere in programma delle nuove grandi iniziative per il 2019 e il 2020.
 
Il suo PDG aveva sottolineato "un calendario di lanci volutamente meno ricco (...) che permette di garantire il tempo necessario per respirare, indispensabile per il consolidamento delle linee esistenti".
 
Alla fine del 2018, Interparfums avrà quasi completamente compensato la perdita di fatturato subita dopo la rottura del contratto di licenza con Burberry. Con il marchio britannico, le sue vendite ammontavano a 445 milioni di euro alla fine del 2012.
 
Il titolo Interparfums ha chiuso lunedì le contrattazioni calando del 1,55%, a 38,10 euro, alla Borsa di parigi, il che non impedisce al suo valore di mettere a segno un aumento del 21,3% dall’inizio dell’anno, per una capitalizzazione borsistica pari a 1,64 miliardi di euro.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

© Thomson Reuters 2019 All rights reserved.

ProfumiBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER