Integratori: boom di richieste, nel 2017 giro d'affari a 3,3 miliardi

Gli italiani fanno sempre maggiore consumo di integratori alimentari. L'hanno capito gli ideatori del progetto BeOn Health, giovane azienda abruzzese di Lanciano, fondata nel 2017 dagli imprenditori Manuel Turchi, Michele La Scala e Ketty Felletti.

Michele La Scala e Manuel Turchi, fondatori di BeOn Health - Foto: Elena Passeri - FashionNetwork.com

“Turchi, ex calciatore, puntava a creare un prodotto che migliorasse le prestazioni degli atleti e che ne accelerasse il recupero, da fatica e da stress”, ha raccontato La Scala, incontrato da FashionNetwork.com in occasione dell'edizione 2018 di Cosmofarma. “Entrando in contatto con il team Mapei e con i laboratori accreditati dall’unione internazionale ciclisti è nata l’idea di sviluppare un prodotto che integrasse le Vitamine D e C, insieme con Magnesio e Potassio. Il risultato è una composizione di amminoacidi, arginina e citrullina”, ha aggiunto il co-fondatore.

Al momento, l'azienda produce una linea composta da 9 integratori, per adulti, bambini, donne e uomini, ed è presente solo attraverso il canale online, “ma stiamo cercando partner che si occupino della distribuzione nelle varie regioni d’Italia”, ha concluso La Scala. 

Ad oggi, il mercato degli integratori ha raggiunto i 3,3 miliardi di euro nel 2017, con un tasso medio di crescita del 7% negli ultimi 2 anni. Ne assumono adulti e bambini e vengono raccomandati dai medici di base (27%), dai pediatri (16%) e dai ginecologi (14%), seguiti dagli ortopedici (10%), dagli oculisti (9%) e dai dermatologi (5%). 

Integratori alimentari - cosmofarma.com

In occasione di Cosmofarma si sono svolti numerosi meeting e focus di formazione dedicati all'integrazione alimentare per gli sportivi, per i disturbi digestivi, per la salute delle ossa, la menopausa, per la salute cardiovascolare e per la bellezza. Infine dimostrazioni di show-cooking, con la partecipazione di chef professionisti in grado di 'impiattare' pietanze salutari e arricchite di vitamine ed elementi di cui le diete sono spesso carenti. 

La 'nutraceutica' ha occupato circa la metà dei padiglioni della fiera, anche perché le farmacie della penisola sono il luogo in cui gli italiani si recano di più per comprare questi prodotti, assorbono infatti l'85% del totale del mercato. Seguono le parafarmacie (8%), i supermarket (5%) e gli ipermercati dotati di corner (3%).

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

BenessereBellezza - AltroIndustryDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER