×
1 426
Fashion Jobs
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 nov 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Instagram dà il via alla sua trasformazione in marketplace per NFT

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 nov 2022

Il gruppo Meta comunica che ora per marchi e creatori è possibile creare e vendere i propri NFT direttamente da Instagram. Un'iniziativa inizialmente riservata ad una selezione di creatori americani, ai quali il social network srotola il tappeto rosso facendosi carico delle spese di transazione legate alla blockchain.

Instagram permette ora che un'opera sia trasformata in NFT e venga venduta direttamente sulla sua piattaforma - Meta


Basato sulla blockchain di Polygon, il dispositivo prevede che gli acquirenti di NFT (Token non fungibili) venduti su Instagram non paghino alcun canone, escluso il prezzo dell’NFT stesso. Instagram non reclamerà alcuna commissione sulle vendite di NFT, in ogni caso fino al 2024, anno da cui verrà rivendicata una quota degli utili. Fino ad allora, queste transazioni non sfuggiranno al 30% chiesto da Apple per le transazioni effettuate tramite App Store.

In precedenza era già possibile per i creatori di opere collegare il proprio portfolio NFT a Instagram per presentarvi le proprie gallerie. Offrendo ai creativi che i loro token non fungibili vengano creati direttamente su Instagram e consentendo loro di guadagnare commissioni sulle future rivendite delle loro opere, Meta si sta posizionando come concorrente di player come Opensea, Magic Eden o Rarible. In un universo in cui la blockchain non brilla ancora per la leggibilità dei suoi strumenti per i neofiti, il gruppo di Mark Zuckerberg potrebbe accelerare la divulgazione popolare di questi beni digitali.

L'annuncio ha attirato l’attenzione, in quanto Meta ha preso come progetto centrale il suo metaverso Horizon Worlds, in cui gli utenti potranno vestire i propri avatar con abiti NFT digitali creati da marchi e creatori di moda e decorare i propri spazi privati ​​con opere NFT acquisite su questo mercato in crescita. Una futura modalità di consumo che non è sfuggita alla moda e al lusso, le cui iniziative si moltiplicano. Ma dietro la volontà di non perdersi questo cambiamento tecnologico, ai professionisti restano molte domande senza ancora una risposta a proposito del reale potenziale di sostenibilità di questi universi e oggetti virtuali.

Eppure, lo scorso marzo, Decentraland, uno dei metaversi più conosciuti, ha organizzato la primissima Metaverse Fashion Week. Evento a cui hanno preso parte Dolce & Gabbana, Etro, Tommy Hilfiger, Roberto Cavalli o IKKS. E che, al di là delle vendite di abbigliamento per avatar, ha permesso di evidenziare alcuni scogli da superare ​​di questo consumo virtuale. In particolare lo spinoso problema della mancanza di interoperabilità tra metaversi, che spingerà i brand a scegliere per quali universi virtuali creare e vendere le proprie collezioni.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.