×
1 121
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
13 giu 2016
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Innovazione, solo il 14% ritiene sia un beneficio

Di
Ansa
Pubblicato il
13 giu 2016

Solo il 14,2% degli italiani pensa che le innovazioni degli ultimi 20 anni abbiano portato dei benefici. E' questo uno dei dati del Rapporto "Italia, Chefuturo! Rapporto 2016 Cotec-CheBanca! sulla cultura dell'innovazione", presentato il 7 giugno 2016 a cura del Censis nell'ambito di Edison Innovation Week.

Foto ANSA


La gran parte delle opinioni, soprattutto quelle dei ceti medio-alti, ritengono che l'innovazione abbia portato molti benefici con qualche piccolo problema (57,9%). I più critici, molto presenti tra i ceti più bassi, ritengono che abbia apportato alcuni benefici e alcuni problemi (20,3%), o addirittura più problemi che risultati (7,3%). Il 57,1% degli italiani, inoltre, ritiene che nel nostro Paese le innovazioni hanno contribuito ad ampliare i divari sociali.

Gli italiani convergono sul ritenere che le piccole e medie imprese sono capaci di sperimentare e di adattare la propria attività al contesto in evoluzione (38,6%). Debole è il ruolo di stimolo, secondo il rapporto realizzato dal Cesis, che viene riconosciuto ai soggetti di governo (12,8%) ed agli investitori (14,5%).

Significativo è il dato secondo il quale una quota degli intervistati ritiene che in Italia l'innovazione si alimenti in modo casuale, senza ricorso a precise intenzionalità o capacità progettuali (11,6%).

Per quanto riguarda il rapporto tra i processi innovativi e le opportunità di lavoro, dalla ricerca emerge che una quota importante di italiani si mostra molto critica ritenendo che l'automazione sostituirà dosi addizionali di lavoro umano (39,8%).

Tutti gli obiettivi contenuti nell'Agenda Digitale trovano, infine, larga condivisione tra gli italiani che, nel 90% dei casi, li ritengono fondamentali oppure abbastanza importanti.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.