×
1 565
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Inditex svela il nuovo logo di Zara

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
today 30 gen 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il rebranding ha il vento in poppa e la tendenza è verso loghi con caratteri mininmalisti, sans-serif e in grassetto. Alcune maison del lusso come Burberry, Balenciaga e la nuova Celine di Hedi Slimane hanno ceduto alla tentazione, rinnovando la loro identità visual. Oggi, è il turno di un gigante del fast fashion di far propria questa strategia di marketing adottata dai brand alto di gamma: Zara cambia immagine per la seconda volta nella sua storia e lo fa con molta discrezione.

L'evoluzione del logo di Zara: 1975, 2010 et 2019 - Inditex - Fashion Network


“Coming soon”, prometteva la newsletter inviata dalla catena ai suoi abbonati lo scorso 25 gennaio, annunciando la prossima campagna della collezione donna primavera/estate 2019, con scatti firmati dal celebre fotografo di moda Steven Meisel e la direzione creativa di Fabien Baron. La prima immagine di questa nuova campagna mostrava influenze bohémien. Questo “teasing”, accompagnato da due immagini delle campagne uomo e bambini, nascondeva un’altra novità, che non è passata inosservata: il nuovo logo di Zara, senza corsivi e senza ombre. Caratteri dalle linee più sinuose che si sovrappongono e, a differenza delle maison del lusso, presentano un serif aggiornato.
 
Il nuovo logo, che era già stato utilizzato per dei visual di comunicazione, delle etichette e delle capsule create per l’apertura di alcune boutique, compariva già sull’e-commerce del marchio nei toni del blu, arancio e nero, così come sui social network e sul sito istituzionale del gruppo di Amancio Ortega. La nuova identità visual rimpiazza quella presentata nel 2010 (che aveva sostituito il primo logo di Zara del 1975), con l’obiettivo di rappresentare al meglio i valori del brand.

Questa evoluzione del gruppo coincide con il lancio di Oysho_Sport, la nuova categoria online dell’insegna, finora conosciuta per la sua offerta di lingerie e homewear, che si è a sua volta dotata di un nuovo logo più minimalista. Resta da vedere se anche le altre catene di Inditex cambieranno identità.

Una nuova immagine del sito Zara, con una foto della prossima campagna firmata da Steven Meisel - Zara


Inditex ha realizzato 18,437 miliardi di euro di vendite nel corso dei primi nove mesi del 2018, in crescita del 3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il terzo trimestre del gruppo è stato segnato anche dallo sviluppo globale della sua strategia di integrazione tra boutique fisiche ed e-commerce. Lo scorso novembre, grazie a un sito Web globale, Zara ha lanciato la sua piattaforma di vendita online in 106 mercati e oggi le sue collezioni sono disponibili in 202 Paesi.
 
Come rivelato lo scorso autunno da Pablo Isla, CEO del gruppo, l’obiettivo di questa espansione del canale digitale è di distribuire le otto catene di Inditex in tutto il mondo entro il 2020. Zara, che ha realizzato un giro d’affari di 7,910 miliardi di euro nel primo semestre 2018, è in prima linea in questa conquista del Web, con un’identità rivisitata.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.