×
761
Fashion Jobs
ANONIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Product Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Consumer Analytics & Insight Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Residential Sales Key Account - Interior Design Lombardia - Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
International Wholesale Manager - Fragrances
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Wholesale Sales Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONSEA FASHION&RETAIL
Sistemista Informatico
Tempo Indeterminato · FORLÌ
CONSEA FASHION&RETAIL
IT Business Analyst
Tempo Indeterminato · FORLÌ
ADECCO S.P.A
Senior Payroll Specialist Cat. Protette 68/99
Tempo Indeterminato · ROMA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
GOLDENPOINT
Marketing&Communication Manager
Tempo Indeterminato · CAVRIANA
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile di Produzione Pelletteria
Tempo Indeterminato · VICENZA
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile Vendite Italia Estero
Tempo Indeterminato · VICENZA
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Procurement Specialist
Tempo Indeterminato · CERRETO GUIDI
MICHAEL PAGE ITALIA
Technical Sales - Adesivi - Chimica - Home Office
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Plant Controller
Tempo Indeterminato · CERRETO GUIDI
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
E-Commerce & Content Manager
Tempo Indeterminato · VICENZA
MICHAEL PAGE ITALIA
Sales Manager Italia - Produzione Abbigliamento Conto Terzi
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Impiegato Ufficio Tesoreria
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Gaming Projects Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Art Direction - Watches & Jewelry
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 dic 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Inditex è in una “posizione di forza” per il futuro, secondo Pablo Isla

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 dic 2020

Sono tempi duri, anche per giganti come Inditex. Tuttavia, il gruppo spagnolo è riuscito ad attenuare la caduta delle proprie vendite nel terzo trimestre, a tornare in utile e ad incassare “solo” un 14% di clo di fatturato, contro il 31% e il 44% del primo e secondo trimestre. Altrettanti motivi per riacquistare fiducia nel futuro. Un ottimismo che l'azienda iberica ha espresso durante una conferenza con gli analisti in seguito alla pubblicazione dei suoi risultati del terzo trimestre.

Pablo Isla, presidente del gruppo Inditex - Inditex


“Credo che l'azienda sia in una posizione di forza”, assicura Pablo Isla con fiducia. Secondo lui, il gruppo ha dimostrato la capacità di preservare i propri margini e generare liquidità, nonostante l'attuale difficoltà del contesto. “Inditex è ben posizionata per gli anni 2021, 2022 e oltre. L'azienda è sana dal punto di vista delle vendite, dell'inventario e del flusso di cassa. Siamo molto soddisfatti”, sottolinea il dirigente.
 
Come ormai consuetudine, l'azienda spagnola ha ribadito “la piena fiducia nel suo modello e strategia unici”, entrambi basati su assi “di integrazione dei canali fisici e digitali, digitalizzazione e sostenibilità”. Nel documento presentato alla commissione nazionale spagnola del mercato dei valori mobiliari, Inditex insiste nel fr notare “la sua notevole ripresa nonostante le difficili condizioni economiche” nel terzo trimestre dell'anno, grazie alla “graduale ripresa delle vendite in negozio” e alla crescita ad un “ritmo sostenuto” delle vendite online, che ha raggiunto il record del 2019 tra l'1 e il 18 ottobre 2020. Escludendo gli effetti valutari, le vendite online sono aumentate del 75% nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2020. Inoltre, Inditex osserva che la tendenza delle vendite va verso un aumento, in qunto esse “tendono a migliorare [di trimestre in trimestre] con la progressiva riapertura dei negozi”.

Il gruppo ha registrato “un aumento del traffico in negozio e un migliore tasso di conversione” nel terzo trimestre, sottolineando la “crescita di gamma” e “l’equilibrio” della sue rete di punti vendita. Le boutique nei centri delle grandi città hanno rappresentato solamente l’8% delle vendite nel trimestre e il conglomerato ha riscontrato un equilibrio tra l'attività dei suoi negozi su strada e quelli situati nei centri commerciali.
 
A livello mondiale, Inditex ha ricordato di aver aperto negozi di grandi superfici in 25 mercati negli ultimi mesi. Una serie di inaugurazioni che però risponde alla sua “strategia di ottimizzazione” degli spazi, la quale ha comportato la chiusura di una manciata di negozi, di solito alcuni di quelli più piccoli. L'azienda spagnola ha chiuso ottobre con 140 negozi in meno rispetto a luglio.
 
Al termine del primo trimestre, Zara possedeva 2.105 boutique, oltre ai 575 indirizzi Zara Home e ai 103 Zara Kids. Sono questi i primi a soccombere alla scrematura della rete di vendita negli ultimi mesi. Invece, Bershka poteva contare su 1.060 negozi, contro i 978 di Stradivarius, i 920 di Pull & Bear, i 715 di Massimo Dutti, i 645 di Oysho e gli 87 di Uterqüe. Secondo le ultime informazioni, la rete globale dell'azienda conta ora 7.197 punti vendita.
 
La strategia operativa del gruppo fondato da Amancio Ortega sembra avere successo e dimostra “l'efficacia della sua strategia di inventario unico”. Gli accantonamenti contabili sono stati mantenuti, ma sono in calo dal secondo trimestre del 2019. L'inventario si è contratto dell'11% nell'ultimo trimestre e i prodotti dei negozi sono stati utilizzati per integrare gli ordini online. Una soluzione che, secondo Inditex, consente di garantire “una migliore disponibilità di prodotti e [di effettuare] vendite a prezzo pieno”, con conseguente “forte generazione di cassa”.
 
Il gruppo galiziano segnala inoltre una “ottimizzazione del [suo] business” e una “significativa crescita online” per tutti i suoi marchi, evidenziando un “forte incremento” di Oysho e Zara Home, due catene rispettivamente posizionate sul loungewear e l’arredo casa.
 
I risultati del quarto trimestre saranno annunciati insieme ai risultati annuali il 10 marzo 2021. Per l'ultimo trimestre, Inditex prevede una crescita dell'attività online in linea con i risultati degli ultimi mesi. La società ha affermato, tuttavia, che le proprie vendite di novembre “sono state influenzate dalle ulteriori chiusure e restrizioni in alcuni mercati”.
 
Fortunatamente la prima settimana di dicembre ha permesso di migliorare l'andamento delle vendite fisiche grazie alla riapertura dei negozi, “una gran parte” dei quali continua ad operare con limitazioni di superficie, traffico e orari di apertura. Attualmente, circa l'8% dei negozi del gruppo è chiuso e un ulteriore 10% chiude i battenti nei fine settimana.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.