×
1 418
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Senior Buyer Settore Moda
Tempo Indeterminato · PRATO
MICHAEL PAGE ITALIA
Regional Account Manager Nord Italia Per Realtà di Bigiotteria
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
Junior Product Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
E-Commerce e Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Global CRM Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
BENEPIU' SRL
Produzione -Qualita'
Tempo Indeterminato · CARPI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Agile Delivery Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Italia e Svizzera - Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
APCOM
Pubblicato il
25 giu 2012
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

India: rallenta la crescita economica di Delhi

Di
APCOM
Pubblicato il
25 giu 2012

La locomotiva indiana, una delle più performanti sulle scenario economico globale degli ultimi anni, mostra segni di rallentamento, sia per le conseguenze della crisi - che ha messo in difficoltà anche l'altro colosso asiatico, la Cina - sia per fattori interni che, in qualche modo, sono legati proprio al boom della Shining India di Bangalore e di Mumbai.


Foto APCOM

E al centro della crisi c'è il settore manufatturiero che, in modo ben più solido della new economy, si supponeva avrebbe avuto la forza e la diffusione necessarie per sostenere una crescita di lungo periodo. In realtà l'aumento dei prezzi di materie prime e carburanti, unito anche al maggiore costo della vita conseguente alla diffusione di un minimo di benessere per vasti strati della sterminata popolazione indiana, porta i lavoratori a chiedere salari più alti e le aziende faticano a reclutare il personale.

Nonostante tutto questo, e nonostante qualche dubbio che si sta insinuando tra gli investitori internazionali, il Pil indiano continua a crescere a una velocità che in Europa appare inconcepibile: +5,3%, eppure questo per New Delhi è il dato peggiore da molti anni a questa parte. A pesare, secondo gli analisti, le decisioni politiche, ma i fondamentali dell'economia indiana restano solidi.

Ups da 2'00 da "clearly" poi overvoice "Chiaramente - spiega un rappresentante di JP Morgan - la politica sta interferendo con l'economia, ma io credo che questo non sia vero solo in India, ma vale per tutto il resto del mondo in questo momento". E quindi la corsa dell'India, sebbene meno veloce di prima, sembra destinata a proseguire.

Fonte: APCOM