×
1 858
Fashion Jobs
NALI ACCESSORI
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Business Developer- Interior Design Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Rtw ww
Tempo Indeterminato · VICENZA
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Denim
Tempo Indeterminato · VICENZA
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Showroom Manager Arredamento Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Sales Area Manager, Emerging Markets - Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA DI CALZATURE
Application Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
DIESEL
Europe Head of E-Commerce
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
District Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Area Manager Nord Italia
Tempo Indeterminato · ITALIA
FORPEN
Fisso
Tempo Indeterminato · SAONARA
THUN SPA
Analytics Junior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
THUN SPA
Analytics Senior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 giu 2022
Tempo di lettura
7 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

In giro per Milano: Tod’s, Marcelo Burlon, Doucal’s, Woolrich, Villa Eugenie e Moorer

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 giu 2022

Milano è diventata la calamita più potente per i giovani talenti e i sognatori del millennio in Europa, e gli abiti visti nella stagione italiana di sfilate maschili riflettono questa nuova convinzione e audacia.
 
In una parola, la stagione milanese della moda maschile è stata la più vivace e brillante dell'ultimo decennio. Abbiamo incontrato sei marchi molto diversi fra loro che hanno tutti proposto qualcosa di nuovo e inaspettato.
 
Tod’s: una nuova sensibilità terrena
 
L'ultima collezione di Walter Chiapponi per Tod's sembrava quasi scaturita direttamente dal suolo d'Italia, con i suoi colori terracotta, sabbia e terra.

Tod's - Primavera-Estate 2023 - Menswear - Milano - Tod's


Una sensazione accresciuto da una proiezione video mostrata alla presentazione realizzata da Tod's lo scorso fine settimana, che mostrava un gruppetto di bei giovani ripresi mentre girovagavano per un angolo rurale dell'Appennino, raccogliendosi alla fine all'interno di un gigantesco cilindro color ruggine.

“Non è una narrazione, ma più un sentimento di speranza. Una collezione dalla silhouette più giovane, più liberata dal corpo. In cui il video rappresenta l'idea di un momento personale vissuto insieme”, ha spiegato Walter davanti a una bacheca dei suoi molteplici look.

Il tutto presentato, come da tradizione per Tod's, nel giardino di Villa Necchi, magistrale dimora modernista nel centro di Milano, dove non sono mancate le rivisitazioni dei codici distintivi del brand.
 
Parka e giacche a vento composte da inserti in pelle; una grande giacca da operaio di cotone blu petrolio; trench costruiti in cotone gommato; e giacconi da motociclista e parka ravvivati da borchie in gomma.
 
Tra questi, una nuova versione dell'iconico Gommino della casa chiamata “Bubble”, un'evoluzione più morbida della forma del mocassino, rifinita con una fibbia in metallo T Timeless e sulla tomaia borchie a contrasto in vivaci colori estivi.
 
Tote bag e zaini più soffici in tessuti etnici sportivi sembrano perfetti per un divertente weekend fuori porta. Tutto sembrava molto italiano, e Chiapponi è riuscito a iniettare una giusta dose di modernismo disinvolto in abiti pratici.
 
Marcelo Burlon: decimo anniversario, ritrovato rispetto
 
Alla moda piacciono poche cose più di un buon anniversario, così tutti quanti si sono ritrovati sabato sera a festeggiare Marcelo Burlon, il cui marchio County of Milan ha celebrato il decimo anniversario.

Marcelo Burlon - Primavera-Estate 2023 - Menswear - Milano - Marcelo Burlon


In origine DJ, Marcelo ha sempre amato i grandi spazi per mettere in scena i propri défilé, e pochi potrebbero essere più grandi dell’ultima location scelta, il gigantesco Velodromo Vigorelli. Uno spazio così grande da contenere al suo interno un campo da football americano. Non c'è da stupirsi che i Beatles, i Led Zeppelin e i Clash vi abbiano suonato in passato.
  
County of Milan sarà sempre incentrato sul clubbing, anche se con un tocco in più. E le idee di Burlon per la primavera 2023 di tocchi ne avevano in abbondanza: dagli abiti da judo a quadri con motivo spezzato, a felpe con cappuccio sbiadite rosa e bianche ricoperte da schizzi grafici di casse toraciche, fino ai maglioni patchwork di lana leggera in tonalità sorbetto tagliati per esporre centimetri di pancia e agli abiti tre pezzi con fantasia paisley realizzati con giacche Nehru.
 
C'è stato un tempo in cui i critici più crudeli erano cattivissimi con Marcelo, per il suo essere un DJ molto più che un designer. Ma stavolta molti di loro dovrebbero rimangiarsi le parole. Questa è una bella collezione, dotata di una visione fresca, e ha pienamente meritato l'enorme applauso che è stato attribuito a Burlon nel finale.
 
Doucal’s: lussuosa flessibilità
 
Un marchio molto dinamico è Doucal's, che sabato ha presentato alcune fantastiche nuove scarpe da uomo e ha aperto un nuovissimo showroom in uno degli edifici più belli di Milano, Palazzo Bagatti Valsecchi, in Via Gesù 5, con finestre che danno sull'hotel più famoso del capoluogo lombardo, il Four Seasons, e sulla casa della famiglia Versace.

Posizionate nel segmento di prodotto di gamma più elevata, le calzature Doucal’s sono mocassini di ottima fattura confezionati in pelle di alligatore della Louisiana nei toni del blu acciaio e del blu pietra focaia, e il brand le ha presentate sotto un soffitto ligneo dipinto che trasuda nobiltà rinascimentale, del tipo che si vede solo in Italia.
 
Un altro aspetto grandioso di Doucal's è il modo in cui riesce a mettere in connessione le scarpe da uomo di fascia altissima con elementi dello stile skateboard. Nelle vicinanze si trova una serie di sneaker alla moda, in tenui tonalità senape e mastice. Con interni morbidi che le rendono ideali per fare skate o semplicemente per piacevoli passeggiate.
 
“Con queste puoi farlo”, sorrideva Gianni Giannini, direttore creativo e CEO, nonché figlio del fondatore Mario Giannini, mentre piegava le sneaker da skater quasi ad attorcigliarle in un nodo.
 
Analoga flessibilità era evidente nei mocassini e nelle scarpe in pelle intreccio brunita; o nei sandali scamosciati, eleganti e leggeri.
 
Guardando al futuro, Doucal's, marchio a conduzione familiare con sede nelle Marche, la principale regione calzaturiera italiana, prevede quest'anno una forte crescita in doppia cifra del suo fatturato annuo di circa 20 milioni di euro.
 
“Il nostro futuro sembra alquanto roseo”, sorride Giannini, vestito con un abito ecrù firmato Lardini, tagliato alla perfezione e abbinato ad un paio di mocassini in alligatore di Doucal’s.
 
Woolrich: abbracciare i grandi spazi aperti
 
Woolrich è uno storico marchio americano di outerwear, che è stato acquistato e fatto conoscere in tutta Europa da imprenditori bolognesi e dal 2018 è controllato dal fondo d’investimento L-Gam. Ora il suo abbigliamento maschile è curato creativamente da uno stilista olandese, ma il suo cuore sarà sempre nei grandi spazi aperti, con l’utilizzo dei migliori nuovi materiali.

Woolrich - Primavera-Estate 2023 - Menswear - Milano - Woolrich


“Si tratta di elevare il prodotto, renderlo più leggero e un po' più divertente, ma sempre reale”, ha spiegato il direttore creativo Mark van Beek in un tour della collezione PE 2023.
 
Un incontro di tessuti nobili – plaid di manifattura toscana o lane super 100 molto pregiate – con lini e cotoni simil-tecnici sostenuti da sottili membrane. Il tutto rispecchiava il moodboard, che esibiva foto del Woolrich Lodge, situato sull'isola di Zavikon, sul confine fluviale tra America e Canada, appena ad est del Lago Ontario. Una maglietta mostrava i motoscafi vecchio stile in riva al lago che traghettano i visitatori fino al lodge.
 
Quello spirito di frontiera è stato rivisitato in chiave moderna tramite felpe, pantaloni e top in jersey leggermente sbiaditi. O attraverso una grande serie di iconiche giacche-camicia a quadri matelassé, cool e super pratiche. Tutti look che possono essere indossati in un contesto urbano o su un sentiero di montagna come la Pennsylvania Walk, nello stato in cui Woolrich è nato.
 
Rifinita con un nuovo modello minimalista di lana di pecora, la linea ha rappresentato l'espressione più intelligente di un'iconica riorganizzazione del marchio per il consumatore globale, mantenendone nel contempo vive le radici americane.
 
Villa Eugenie: il cocktail più cool della città
 
Il cocktail party più cool di Milano è stato quello organizzato per celebrare l'apertura della sede milanese di Villa Eugenie, la rispettatissima casa di produzione capitanata da Etienne Russo, che produce gli show per nomi del calibro di Dior e Dries Van Noten.
 
Un branco di designer e uomini e donne milanesi in vista – come Alessandro Dell'Acqua, Giorgio Guidotti e Anna Dello Russo - si è presentato per bere vino biologico e cocktail forti come il gin bash.
 
“È un anno importante per Villa Eugenie, il nostro 30° anniversario. Quindi, ci sembrava giusto aprire una nuova sede a Milano. Sento che ora c'è una nuova grande ondata di creatività in città, che è davvero stimolante. Milano è in fermento in questo momento”, ha detto entusiasta Etienne Russo, belga di origini italiane.
 
Il nuovo headquarter è situato all'interno di un palazzo storico a sud di Milano, restaurato ad arte per lasciare i suoi affreschi e le modanature leggermente decadenti in voluto contrasto con mobili italiani della metà del secolo e opere d'arte concettuale.
 
È vero che esistono occasionali dibattiti sulle scelte di Etienne nelle calzature, ma si può solo ammirare la sua capacità di fondere sofisticate creazioni d’alta gamma con elementi stravaganti e cool. Ciò significa che se qualcuno degli eventi che produce in Italia avrà lo stesso aspetto del suo ufficio di Milano, i clienti di Villa Eugenie dovrebbero essere molto felici.
 
Luca Larenza: leggerezza e ottimismo

L'Italia sarà sempre una sorgente unica di splendida maglieria e un marchio che in questo campo sta sviluppando nuove grandi idee è Luca Larenza.

Luca Larenza - Primavera-Estate 2023 - Menswear - Milano - Luca Larenza


In un'affascinante messa in scena, Luca ha fatto posare otto bei ragazzi in un bar di Via Lecco, arteria situata nell'angolo multiculturale più vivace dell’attivissima Milano, quattro isolati a nord dei Giardini Pubblici.
 
Larenza ha mostrato miscele di seta, lino e cotone per creare polo, top e canotte a righe con colli morbidi super ariose e semitrasparenti, abbinando queste creazioni a pantaloni larghi e ampi in canapa e lino con grandi e profonde tasche laterali a toppa, in contrasto con pantaloncini dotati di piccole tasche applicate.
 
“La chiave per me è leggerezza e ottimismo. Dobbiamo essere positivi riguardo al futuro”, ha sorriso Larenza, napoletano che ha fondato il suo brand a Milano. Ora vende sul gigantesco e-tailer Zalando e la prossima settimana sarà a Parigi in mostra in uno showroom del Marais.
 
Moorer: freschezza in riva al lago
 
L'Italia è incentrata sulle sue regioni, e sulla loro notevole diversità, ben espressa da Moorer, marchio nato sulle sponde del cristallino Lago di Garda, appena a nord di Verona.
 
Il brand ha una visione molto particolare del capospalla, come ha mostrato nella sua ultima collezione presentata a Milano lo scorso weekend.
 
La grande idea di Moorer è fondere abiti pratici ed eleganti per il fine settimana con materiali pregiati e originali. Come nel caso della splendida serie di piumini realizzati in denim wade giapponese con pannelli in nylon brillante a contrasto. Molti sono rifiniti con rivestimenti interni che mostrano immagini di eleganti motoscafi e villaggi sul gigantesco lago alpino.
 
Gli italiani fanno sempre riferimento al proprio piccolo ambito locale, anche se pensano globalmente: il leitmotiv di questa stagione.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.