×
1 404
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
SIDLER SA
Jersey Product Manager / Luxury Brand / Ticino
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
OTB SPA
E-Commerce Accounting Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
MIA BAG
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
STELLA MCCARTNEY
Health, Safety & Environment Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Marketing & E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · BOLZANO
VALENTINO
Compliance & Sustainability Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
UMANA SPA
IT Manager
Tempo Indeterminato · VENEZIA
HERMES ITALIE S.P.A.
Internal Audit Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci_Industrial Controller
Tempo Indeterminato ·
MICHAEL PAGE ITALIA
Direttore Marketing
Tempo Indeterminato · ROMA
AFS INTERNATIONAL SRL
Direttore Marketing
Tempo Indeterminato · POMPEI
NUOVA TESI
Coordinatrice di Campionario Maglieria Donna
Tempo Indeterminato · REGGIOLO

In Etiopia i lavoratori del tessile meno pagati al mondo

Di
APCOM
Pubblicato il
today 9 mag 2019
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

I lavoratori del tessile in Etiopia, che producono per marchi come H&M, Gap, Calvin Klein e Tommy Hilfiger, sono i meno pagati al mondo, guadagnando solo 26 dollari (23 euro) al mese, pari a meno di un terzo dei 95 dollari (84 euro) corrisposti ai loro colleghi di Bangladesh e Myanmar.

KAY NIETFELD / DPA / AFP


È quanto emerge da una ricerca del Center Stern for Business and Human Rights, dell'Università di New York, intitolata "Made in Etiopia: le sfide della nuova frontiera dell'industria dell'abbigliamento".

La ricerca è stata condotta ad Hawassa, uno dei cinque parchi industriali inaugurati dal governo a partire dal 2014 per incentivare gli investimenti stranieri.

Sono circa 25.000 i lavoratori impiegati ad Hawassa, secondo quanto precisato dalla ricerca, "in un settore in fase nascente che il governo prevede garantirà miliardi di dollari di vendite". Ma per gli studiosi l'auspicio di Addis Abeba di passare dagli attuali 145 milioni di dollari di export a circa 30 miliardi di dollari l'anno appaiono "irrealistici", a fronte di salari bassi che comportano scarsa produttività, scioperi regolari e alti tassi di scontro.

Per questo nella ricerca si invita il governo di Addis Aeba a fissare un salario minimo, oggi inesistente, e a definire un piano economico a lungo termine che rafforzi il settore dell'abbigliamento.

Fonte: APCOM