×
1 418
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Senior Buyer Settore Moda
Tempo Indeterminato · PRATO
MICHAEL PAGE ITALIA
Regional Account Manager Nord Italia Per Realtà di Bigiotteria
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
Junior Product Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MARTINO MIDALI
E-Commerce e Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Global CRM Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
BENEPIU' SRL
Produzione -Qualita'
Tempo Indeterminato · CARPI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Agile Delivery Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Italia e Svizzera - Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
APCOM
Pubblicato il
14 mag 2013
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

In Bangladesh alcuni grandi marchi siglano accordo "per vestiti puliti"

Di
APCOM
Pubblicato il
14 mag 2013

Diversi marchi dell'abbigliamento internazionale, fra cui l'italiana Benetton, le spagnole Inditex (proprietaria di Zara e Massimo Dutti) e Mango, la britannica Marks and Spencer e la svedese H&M, hanno siglato un accordo per migliorare la sicurezza delle fabbriche tessili nel Bangladesh. IndustriALL, cui aderiscono 50 milioni di lavoratori in 140 paesi e UNI Global Union, cui aderiscono altri 20 milioni di lavoratori, sono i due sindacati all'origine degli accordi del 2012.


Questo protocollo istituisce tra l'altro un "ispettore-capo" indipendente dalle aziende e dai sindacati, incaricato di "concepire e mettere in pratica un programma di ispezione della sicurezza e degli incendi che sia credibile ed efficace". Prevede ugualmente che "uno o più esperti qualificati" debbano "condurre un esame completo e rigoroso delle norme e dei regolamenti attuali nei laboratori per le aziende tessili". I promotori dell'accordo hanno fissato la scadenza del 15 maggio a mezzanotte per i firmatari. La lista non è ancora pubblica ma l'Uni ha confermato le firme dell'americana PVH (che ha i marchi Tommy Hilfiger e Calvin Klein), della tedesca Tchibo.sq e delle britanniche Tesco e Primark.

La francese Carrefour, che detiene il marchio Tex, sta ancora studiando l'accordo. Anche l'americana Wal-Mart non ha ancora espresso la sua posizione.

Fonte: APCOM