Immagine Italia & Co.: dal 3 al 5 febbraio sfilano a Firenze i trend dell’intimo

Tutto pronto per l’11esima edizione di Immagine Italia & Co., il salone dedicato alle collezioni di intimo e lingerie organizzato dalla Camera di Commercio di Pistoia, che dal 3 al 5 febbraio accoglierà presso la Fortezza da Basso di Firenze gli operatori dell’underwear italiani e internazionali.

Oltre 200 brand, di cui il 35% provenienti dall’estero (prevalentemente dall’Europa), proporranno le loro collezioni a un pubblico composto da boutique di lusso, grandi magazzini, negozi al dettaglio, negozi on-line, catene di negozi, agenti, distributori e importatori. L’edizione 2018 ha visto una crescita di buyer accreditati dai Paesi dell’Est e presenze costanti di compratori europei, soprattutto da Belgio, Grecia e Cipro. Non mancano comunque le presenze da Francia, Germania, Inghilterra, Spagna e Russia. I buyer italiani accreditati sono circa 150.
 
Il settore della biancheria intima conta in Italia 1.714 imprese attive, con un totale di circa 14.697 addetti, che sommati al settore della calzetteria arrivano a un totale di 2.554 imprese con oltre 25.993 addetti.
 
Per quanto riguarda la biancheria intima, la regione con il maggior numero di imprese è la Lombardia (414 imprese che costituiscono il 24% del totale) a cui seguono la Puglia (352 imprese, il 21% del totale) e la Campania. Anche nel comparto di produzione di calzetteria la Lombardia ha il maggior numero di aziende (549, il 65,4% del totale); seguono la Puglia (121 imprese, il 14,4%) e la Toscana con il 4,4%.
 
L’export di biancheria intima nel periodo gennaio-settembre 2017 ha raggiunto un valore di oltre 2 miliardi e 649 milioni di euro, con una variazione in crescita rispetto allo stesso periodo del 2016 pari al 7%. I principali Paesi esteri di riferimento sono prevalentemente europei (con il 77% dell’export totale): Germania (11,5% del totale esportato, in crescita dell’11%); Francia (10,5% del totale esportato, stabile); Spagna (8,7% del totale esportato, +4%); Regno Unito (8,5% del totale; +2,2%); Svizzera (5,5% del totale, +5,5%). La Russia (4% dell’export) ha registrato un ottimo +41%; bene anche Asia (+10%), Stati Uniti (+5,6%), e Medio Oriente (+10,3%).
 
Sempre tra gennaio e settembre 2017, la calzetteria ha esportato un valore di 530 milioni di euro, segnando un +5% rispetto allo stesso periodo del 2016. L’Europa rappresenta il 91,7% del totale dell’export ed è cresciuta del 4,6%. In progressione anche l’area del Mediterraneo (+16,5%) e, dopo la flessione dello stesso periodo dello scorso anno, anche America (+2,8%) e Asia (+15,4%).

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Biancheria intimaIndustrySaloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER