×
1 690
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Adnkronos
Pubblicato il
23 dic 2010
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il trend di capodanno é glam rock con un occhio di riguardo per il capo eco

Di
Adnkronos
Pubblicato il
23 dic 2010


Tommy Hilfiger Holiday dressing women

Accenti glam rock e un'attenzione tutta particolare ai dettagli eco nel dress code di queste feste che chiudono il 2010 e aprono al nuovo anno. I colori sono quelli di rigore per le occasioni importanti, il nero e il rosso la fanno come sempre da padrone, ma oro, toni metallici, paillettes e accessori importanti sono protagonisti.

I pizzi si alternano alle proposte in paillettes sugli abiti neri, che possono essere corti, ma preferibilmente lunghi per la notte piu' lunga dell'anno. Corto e sbracciato, come quello che propone Tommy Hilfiger, o impreziosito da pizzi, come quello di Clips o di Louis Vuitton o ancora di Giorgio Armani, senza spalle.

"Credo che il Natale vada festeggiato nella tradizione. Mi piace pensare ad un abbigliamento che richiama i colori della festa, ovviamente senza esagerare" spiega un'esperta di moda, Emanuela Fontana, fashion editor di 'A'. "Qualcosa di non appariscente, sia esso un abito o un pantalone, ma con un tocco di rosso o di verde in cinture, sciarpe, bijoux".

"Penso ai tessuti caldi come la lana e a un tocco di pelliccia, naturalmente ecologica. Il trucco -prosegue- non deve essere mai eccessivo: il Natale é una festa per la famiglia e non mi sembra il caso di esagerare con colori improbabili. Tutte le sfumature dei toni naturali vanno bene e come il colore se tenue e in armonia con le tonalità del viso".

"Per il Capodanno il discorso é diverso. La fine di un anno, soprattutto se é come quello appena trascorso, difficile, merita qualche eccesso. Lungo o corto, nero o colorato ma suggerirei sempre un poco 'fuori dalle righe'. Un bijoux eccessivo, un dettaglio divertente, qualcosa che stupisca e che suggerisca la voglia di svagarsi, e di iniziare un nuovo anno con positività. La genialità e gli spunti creativi dei nostri stilisti, in fondo, dovrebbe servire a questo, a rendere ancora piu' speciale il ricordo di ogni momento".

Un accenno anche agli allestimenti, perché "la tavola e le decorazioni, soprattutto dell'albero, sono piu' soggette alle mode di quanto non si sospetti". "I colori - spiega Fontana - sono il bianco, il grigio/argento e oro in tutte le declinazioni piu' o meno brillanti. Il Rosso e il verde per le tavole piu' tradizionali, anche se comunque la tendenza va nella direzione della monocromia sapientemente mixata a tocchi di oro o argento".

"Capodanno é una di quelle feste dell'anno in cui sentirsi glamour e affascinanti é un imperativo. Mai come oggi la bellezza, pero', porta con se' nuovi valori", assicura Silvia Massimino, titolare di Ethical Press Office, organizzatrice dell'evento Change up! Il Salone dei nuovi consumi che si terra' dal 20 al 22 maggio 2011 al Superstudio Piu' di Milano.

"Un capo scelto con consapevolezza fra le ricche proposte che ci arrivano da stilisti e designer innovativi ha un fascino intrinseco: ha una storia da raccontare, fatta di cura e ricerca. Capi realizzati nel rispetto dell'ambiente e delle persone. E soprattutto non omologati, ma progettati per valorizzare la personalità di ognuno".

Ecco allora che per l'ultimo giorno dell'anno Francesca Caira, che fa rivivere gli abiti, propone Capodanno la giacca smoking o il gilet assemblati con tessuti maschili da abbinare a seconda della propria personalita' (www.cairadesign.com). Mentre un glomour raffinato ma anche ecosostenibile vuole abiti e camicie in tela finissima di ortica, abiti in jersey ricavato dal Petcon inserti in croquet, abilmente realizzati a mano dalle donne delle favelas di Rio de Janeiro (www.redesigntheworld.eu). Massimino indica anche come ottima soluzione lo stile di Giunone Couture che per Capodanno propone corpetto in taffeta' di seta rigido e steccato. Gonna morbida con pieghe e tasca. Completamente realizzato a mano con tessuti italiani. (www.giunonecouture.it).

Un'idea é anche quella di vestire a strati. Ecco qualche idea: Color Naturae propone sotto tutto una semplice t-shirt bianco naturale in cotone bio, con bordi controcolore (verde acido, beige, melanzana); un gilet con profondo scollo a V, realizzato in calda garza d'alpaca colore verde salvia tinto di foglie di guado e fiori di reseda, affiora in trasparenza sotto un'altra garza d'alpaca, simile ma con manica lunga, colorata dalla robbia di un bel arancio-ruggine.

Oppure ancora: una gonna a trapezio in maglina di merinos a righe glicine e marrone, realizzati con due cortecce di legno diverse -il campeggio e il catecu'. Sopra tutto un soprabito in maglia a piu' fili di merinos completamente reversibile, fuxia-cocciniglia e ottanio-reseda+guado.

Una stola gigante garzata di cashmere grigio-campeggio e verde prato protegge da freddo. Calze a maglia melanzana (Daniela Gregis e l'eticità di una manifattura made in Italy e d'eccellenza), scarpe basse con laccetto rosso ciliegia a concia vegetale (Altrescarpe bioworld).

Come accessorio due giri di collana in perle di carta grigio-azzurrine (realizzata da Silezio Stampa, collezione "Criss", con scontrini fiscali pressati e cerati ) e una raffinatissima ghirlanda in testa, creazione di rami e petali seccati di Francesca Tarocco (Fioraio Raimondo Bianchi), per far sorridere gli amici.

Se poi nevica meglio optare per un bel cappotto Royah, fatto a Kabul da mani esperte di donne, in lana greggia e intarsi di sete antiche. A Milano eé tutto in vendita da Equologo (www.colornaturae.it).

Copyright © 2022 AdnKronos. All rights reserved.