Il tax free shopping in Italia cresce del 12% nel primo semestre

Il turismo si conferma un motore di sviluppo importante per l'Italia. Nei primi sei mesi dell'anno, infatti, il tax free shopping è cresciuto del 12%, secondo i dati raccolti da Global Blue che, insieme a Federturismo Confindustria, ha presentato l'Osservatorio sul turismo, in occasione di un convegno organizzato dall'Osservatorio parlamentare per il turismo.

@globalblue

"Sono molto orgoglioso di essere qui oggi a presentare insieme con Federturismo la nascita dell'Osservatorio sul Turismo. Un progetto che attraverso un'analisi periodica dei nostri dati mostrerà la ripartizione dei flussi turistici nel Paese, che resta una delle mete di viaggio predilette dai viaggiatori Extra-Ue", ha commentato Stefano Rizzi, country manager di Global Blue Italia.

In particolare, dai dati emerge che i cinesi si confermano la prima nazionalità (29% del totale), con scontrino medio di 1.167 euro, seguiti da russi e statunitensi. Tra le città italiane, Milano rimane la capitale per il tax free shopping, seguono Roma, Firenze e Venezia. L'Osservatior quindi si pone some strumento privilegiato per monitorare i flussi dei globe shopper.

"Nella continua evoluzione dell'offerta turistica lo shopping sta richiamando nuova attenzione, è diventato sempre più motivo del viaggio ed un fattore di attrattiva per la destinazione”, ha dichiarato la vice presidente di Federturismo Confindustria, Marina Lalli. “Se si considera che più di un turista su quattro cerca una località in cui sia possibile fare acquisti prima di scegliere la meta del suo viaggio è evidente come sia fondamentale investire nella promozione di luoghi ed occasioni d'acquisto fino a farli diventare sempre più veri fattori d'attrattiva per i viaggiatori internazionali.
L'Osservatorio rappresenta per Federturismo uno strumento privilegiato per monitorare periodicamente i flussi nel nostro Paese dei Globe shopper che sono sicuramente attratti dalle grandi città, ma che guardano sempre più con interesse anche alle destinazioni minori".

Fonte: APCOM

Moda - AltroLusso - AltroIndustry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER