×
864
Fashion Jobs
IRIDE GROUP SRL
Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale - Premium Fashion Brand
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Impiegato di Magazzino App. Categorie Protette
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
jr Financial Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MALIPARMI
Responsabile Amministrativo ed Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · ALBIGNASEGO
CONFIDENTIAL
Impiegato Ufficio Acquisti Estero
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
District Manager Veneto
Tempo Indeterminato · VERONA
INTIMAMEDIAGROUP
International Sales & Marketing
Tempo Indeterminato · CORSICO
GIOVANNI RASPINI
Retail Controller
Tempo Indeterminato · AREZZO
CONFIDENZIALE
Responsabile Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NOLA
RETAIL SEARCH SRL
Sales Account Piemonte Liguria
Tempo Indeterminato · CUNEO
UB INTERNATIONAL SAGL
Head of Retail/Retail Director
Tempo Indeterminato · LANDQUART
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Business Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Brand Communication Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Project Manager Security Systems - Consultancy Contract
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Production Director
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Junior Export Area Manager - Calzature
Tempo Indeterminato · PADOVA
CONFIDENZIALE
Senior Legal Specialist
Tempo Indeterminato · VICENZA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Corporate & Emea Health & Safety Manager + Rspp Hqs Milan
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · NAPOLI
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Fashion Premium Donna Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE

Il ramo britannico di Victoria's Secret fallisce

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 giu 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il ramo britannico del marchio di biancheria intima Victoria's Secret si è dichiarato fallito dopo aver dovuto cessare l’attività a causa della pandemia: una bancarotta che minaccia 800 posti di lavoro.

Victoria's Secret


Il marchio è stato posto sotto il regime fallimentare della legge britannica e lo studio Deloitte ne è stato nominato amministratore, ha annunciato quest’ultimo in un comunicato nella giornata di venerdì. Il marchio controlla 25 negozi nel Regno Unito, dove ha 800 dipendenti, 785 dei quali beneficiano del regime di cassa integrazione parziale messo in atto dal governo.
 
Questo fallimento non riguarda le attività online nel Regno Unito, poiché non sono di proprietà della filiale britannica. Per far ripartire il marchio in tutto il Paese, Deloitte prevede di rinegoziare i contratti di affitto dei punti vendita con i loro proprietari e/o di trovare un acquirente.

“Questo è un altro duro colpo per le imprese nel Regno Unito e l'ultimo esempio dell'impatto della pandemia di Covid-19 sul settore della distribuzione”, sottolinea Rob Harding di Deloitte. “L'effetto dei lockdown, associato alle sfide più ampie che i negozi fisici hanno dovuto affrontare, ha creato la necessità di finanziamenti per questa società”, il che l’ha portata a fallire, spiega.
L’azienda, tuttavia, ha optato per un regime fallimentare poco vincolante, il che gli consente di continuare l’attività pur non risultando sotto la pressione dei creditori.
 
La pandemia ha già provocato il fallimento della catena britannica di abbigliamento e articoli per la casa Laura Ashley o di quella di grandi magazzini Debenhams.
 
La casa madre americana, Victoria's Secret, attraversa notevoli difficoltà, dopo essere stata molto popolare nei primi anni 2000. A causa di problemi finanziari, a maggio ha annunciato la chiusura di 250 negozi in Nord America, e ha avvertito che altre chiusure potrebbero seguire nei prossimi due anni. E a causa della pandemia, il suo proprietario, la società americana L Brands, aveva precedentemente annullato la sua vendita al fondo Sycamore Partners, che aveva accettato di sborsare 525 milioni di dollari per acquisirne il controllo (il 55% del capitale).

Copyright © 2020 AFP. Tutti i diritti riservati.