Il progetto sul footwear di Timberland sbarca al White Street Market

Procede a ritmi serrati il progetto che ripensa il modo di operare dell’industria del footwear lanciato da Timberland in collaborazione con Concept Kicks e l’agenzia creativa KesselsKramer. I progressi di questo lavoro saranno visibili al White Street Market di Milano, il salone satellite B2C del White dedicato alle proposte sportswear e streetwear in programma dal 12 al 14 gennaio prossimi, in via Tortona 27.

La suola di un Boot Timberland

“Construct: 10061” – questo il nome del progetto – nasce dalla volontà di ripensare il processo di produzione del boot partendo da zero. L’iniziativa, partita nell’autunno del 2018, ha coinvolto un gruppo di giovani designer che si sono occupati di riesaminare il significato che i boots ricoprono per le nuove generazioni. Prima tappa: Repubblica Dominicana. Qui i talenti emergenti sono stati affiancati da alcuni dei migliori artigiani dello stabilimento Timberland. 

Nella prossima edizione del WSM, dove i visitatori potranno vedere il progetto work in progress, si terrà un talk, il 13 gennaio, a cui prenderanno parte Daniel Bailey di Concept Kicks ed Helen Kirkum. Per l’occasione sarà lanciata una nuova call to action che premierà un talentuoso studente selezionato tra i partecipanti il quale volerà in Repubblica Domenicana ad aprile insieme al nuovo team di nuovi designer.

"È stata una fantastica opportunità pensare a come si potrebbero fare le cose in modo diverso; mettere insieme un team diversificato ma complementare e immaginare qualcosa di completamente nuovo”, ha commentato Daniel Bailey, fondatore dello studio di design collective londinese, Concept Kicks.

Lo stato di avanzamento del progetto è documentato in maniera trasparente sull'account Instagram dedicato. In linea con lo spirito dell'open innovation, il progetto vive ed è amplificato solamente sulle piattaforme digitali e sui social media.

Il progetto di Timberland work in progress

"Il nostro obiettivo è stato quello di attrarre verso il brand nuovi talenti creativi attraverso l’utilizzo dei social media, co-creare con loro il prodotto progettandolo e realizzandolo nella nostra fabbrica", ha affermato Alex Dardinksi, footwear design director per VF Corp Global Innovation Center. "Quindi integrare questo lavoro all’interno delle main collections basandoci sui feedback ricevuti dagli utenti attraverso i nostri social media". 

Alla prima fase del progetto, il cui esito definitivo sarà disponibile solo a partire dall'autunno 2019, hanno partecipato anche la specialista in maglieria Suzanne Oude Hengel, la decostruzionista Helen Kirkum, il duo olandese Peterson + Stoop, il consulente footwear David Mawdsley, Nathan Alexander Walker e il designer di Timberland Nick Dunleavey.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER