Il meraviglioso ballo di mostri di Prada

Ed ecco quella che si chiama una grande sfilata di moda. L’ultima dimostrazione di stile di Miuccia Prada è stata presentata domenica sera in una Milano ghiacciata: un défilé misto, ricco di riferimenti: dalle masse relegate ai margini della società, ai balli di mostri.

Guarda la sfilata
Prada - Autunno-Inverno 2019 - Menswear - Milano - © PixelFormula

Il principale pensatore della moda italiana è la Signora Prada, che anche stavolta ha portato alla ribalta in modo brillante il DNA del marchio Prada per l'inverno del 2019, infilandoci contestualmente un sottile messaggio politico. E in un momento travagliato per tutta l’Europa, ci ha ricordato che anche la moda riveste un ruolo sociale, anche se minore, fornendo un riassunto visivo delle angosce di ogni epoca.
 
D'altra parte, la messa in scena era allestita con consumato talento: una sala di cemento recentemente completata all’interno della Fondazione Prada, corredata da gradini vertiginosi e un podio gigante oblungo, composto da pannelli isolanti acustici in schiuma nera – che a dire il vero si sono rivelati spazi molto comodi in cui sedersi. In mezzo, la passerella era illuminata da faretti e lampadine giganti dallo stile retrò.
 
“Ho pensato a quella grande massa di persone che non sono ricche, che faticano a pagare i conti e a sopravvivere, al modo in cui vivono e si vestono”, ha rivelato Miuccia appena dopo il défilé, dopo aver posato davanti a un nuovo logo Prada nello stesso materiale schiumoso isolante. Un logo scritto su un muro giallo brillante, ultimo esempio di come l’ultima rivolta francese, quella dei gilet gialli, si sia infiltrata anche a Milano in questa stagione. Avevamo già visto dei gialli simili questo fine settimana da marchi molto diversi, come Bottega Veneta e Versace.
 
In passerella, gli uomini sfilavano con abiti sobri: pantaloni tagliati sopra la caviglia, giacche e cappotti stretti alla caviglia da doppie cinghie che donano molto. Operaista e molto elegante. La sua altra grande idea, sono state le magiche sahariane blu notte o nero inchiostro, reinventate come piumini e decorate da tasche sulle maniche. Faranno sicuramente grande tendenza in tutto il mondo.

Guarda la sfilata
Prada - Autunno-Inverno 2019 - Menswear - Milano - © PixelFormula

I primi outfit femminili erano anch’essi di un’apparente semplicità che poteva ingannare, come gli abitini neri ottimamente tagliati, abbinati a top stile reggiseni che liberavano le spalle. Poi, improvvisamente, Miuccia ha cambiato due marce in un colpo, aggiungendo allo show una ludica dose di stile film dell’orrore: come nei tessuti stampati che rappresentavano il volto di Frankenstein e degli strani fiori deformati utilizzati su potenti gonne alte fino al ginocchio, abbinati a dei top in mohair rosa e a dei bustier realizzati nel tessuto di nylon nero setoso (naturalmente), che è la firma di Prada. E se le gonne a pieghe in cotone denso, ricamate con cristalli, stavano benissimo a Kaia Gerber e Gigi Hadid, saranno persino eccellenti sulle donne d'affari del doppio dei loro anni. In fin dei conti, una delle più grandi forze di Miuccia Prada come stilista è che i suoi vestiti si adattano perfettamente alle donne in più fasi della loro vita.
 
A portare il tutto verso nuove vette ci ha pensato anche una formidabile serie di accessori: come i nuovi zaini di taglia intermedia, con manici e spallacci stretti, o anche delle super scarpe e degli stivaletti tipo gomme dei trattori.
 
La musica di sfondo scelta da Frédéric Sanchez trasmetteva pezzi di Marilyn Manson, di Tuxedomoon e la colonna sonora originale del Rocky Horror Picture Show.
 
"Volevo trasmettere qual è il mio sentire sul nostro tempo. Anche se, dato che noi facciamo della moda, bisognava che tutto fosse ottimista e divertente, cosa alla quale lo spettacolo horror ha contribuito”, ha riso Miuccia Prada, vestita con un bel cappotto in pelle scamosciata color tabacco, prima di essere sommersa dai fan. Stavano tutti morendo dalla voglia di scattarsi una foto con lei di fronte a quel muro giallo.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER