×
670
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Operations Manager
Tempo Indeterminato ·
THUN SPA
Regional Manager DACH Area
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager Spain
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager France
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Head of Sales ww – Luxury Jewelry
Tempo Indeterminato · MILAN
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Technician - China Resident
Tempo Indeterminato · QUANZHOU
DAINESE SPA
International Accounting Coordinator
Tempo Indeterminato · COLCERESA
EXPERIS S.R.L.
District Manager Premium Brand
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENTIAL
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
INTIMAMEDIAGROUP
International Sales & Marketing
Tempo Indeterminato · CORSICO
DMAIL
Digital Specialist Dmail
Tempo Indeterminato · PONTASSIEVE
ADECCO ITALIA SPA
Area Manager Marche/Umbria/Abruzzo
Tempo Indeterminato · ANCONA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Junior Wholesale Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Programmatore Shopify
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO ALBA SRL
Responsabile Programmazione Della Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Esperto Commerciale Import/Export Russian Speaker - Azienda Moda Luxury
Tempo Indeterminato · VARESE
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Global Training Content Creator
Tempo Indeterminato · MILANO
MANTERO SETA
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Showroom Luxury Forniture - Parma
Tempo Indeterminato · PARMA
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità

Il lusso rimane molto interessante per gli investitori, afferma Deloitte

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
1 giu 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L'industria del lusso resta più attraente che mai per gli investitori, come conferma la quinta edizione del rapporto “Global Fashion & Luxury Private Equity and Investors Survey 2020” pubblicato da Deloitte. Nel 2019 è stato realizzato il numero record di 271 operazioni di fusione e acquisizione, 6 in più rispetto all’anno precedente, +2%. Da notare però che il 2018 si era rivelato più dinamico, con un aumento di 47 deals supplementari rispetto al 2017.

L'acquisto di Versace da parte di Michael Kors nel 2018 è stata una delle ultime grandi operazioni del settore - Versace


In testa alla classifica 2019, come l’anno precedente, le transazioni concluse nel settore alberghiero di lusso, che rappresentano il 43% delle operazioni totali. L’anno scorso esse sono state 115, con 40 deals in più sul 2018. Nel segmento dei beni di lusso, il numero di affari conclusi è tuttavia diminuito, con 53 transazioni in meno, tra le quali -26 nel settore Abbigliamento e Accessori, -17 negli Orologi e Gioielli e -10 nei Profumi e Cosmetici.
 
Secondo le previsioni di Deloitte, dopo un calo nel 2020, il mercato del lusso dovrebbe crescere dal 2 al 2,5% all’anno nei prossimi cinque anni. L’incremento dovrebbe raggiungere il 10% tra il 2019 e il 2025 per le vendite di beni personali di lusso, con un tasso annuo del +1,9%. Gli altri segmenti del lusso saranno penalizzati nel breve termine, ma le loro vendite dovrebbero aumentare del 20% nello stesso periodo, con una crescita annua del 2,4%.

“Anche dopo il Covid-19, il 70% dei fondi continuerà ad investire nel mercato del lusso, soprattutto nei settori Abbigliamento e Accessori, Profumi e Cosmetici e Lusso Digitale”. “È su quest’ultimo in particolare che si concentreranno buone opportunità d’investimento nel 2020, mentre il negozio classico evolverà da punto vendita a punto di contatto, confermando l'importanza delle vendite online nel mondo del private equity”, sottolinea in un comunicato Elio Milantoni, partner di Deloitte.

I comparti più attraenti per gli investitori nel 2020 - Deloitte


Nel dettaglio, la categoria Abbigliamento e Accessori guadagna 28 punti nell’interesse degli investitori, Profumi e Cosmetici +15 e Lusso Digitale +53, mentre l’Arredamento perde 17 punti.
 
Tuttavia, secondo le stime raccolte da Deloitte, “nei prossimi tre anni, gli investitori prevedono un impatto significativo dovuto al Covid-19, soprattutto nei comparti Automotive, Hotel, Ristoranti, Crociere e Vendita al dettaglio. Le vendite di Abbigliamento, Orologi, Gioielli, Yacht e Jet privati rimarranno stabili, mentre Cosmetici, Profumi e Arredamento dovrebbero vedere aumentare il fatturato e quello del Lusso Digitale fare un balzo”.
 
La pandemia accelererà l’adozione di tecnologie innovative. “Le aziende di lusso stanno cercando start-up e aziende digitali per sfruttare possibili sinergie. La penetrazione digitale porterà anche a rivoluzioni fisiche”, indica la società di revisione e consulenza.

Il numero di operazioni concluse nel 2019 - Deloitte


Quasi il 57% degli operatori finanziari sondati prevede “d’investire in tecnologie disruptive nel 2020” “Internet delle Cose, Big Data & Analytics e Intelligenza Artificiale avranno un impatto maggiore sul portafoglio degli investitori quest'anno”, affermano gli intervistati dallo studio.
 
Dal punto di vista geografico, “gli investitori si aspettano che i mercati di Asia e Medio Oriente recuperino più rapidamente dopo l’impatto negativo del Covid-19, con una crescita nel settore Moda e Lusso. Invece, Europa e America Latina dovrebbero soffrire maggiormente e scendere nei prossimi anni”, indica il rapporto.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.