×
1 228
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
L'AUTRE CHOSE
Addetto al Reporting e Controllo di Gestione
Tempo Indeterminato · PORTO SANT'ELPIDIO
VALENTINO
Digital Media Planning & Buying Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
ALEXANDER MCQUEEN ITALIA S.R.L.
Alexander Mcqueen Stock Controller
Tempo Indeterminato · ROMA
Pubblicità

Il Gruppo Luxottica continua a crescere nel 2016

Pubblicato il
today 30 gen 2017
Tempo di lettura
access_time 6 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il Consiglio di Amministrazione del colosso bellunese dell'occhialeria Luxottica Group S.p.A. leader mondiale nel design, produzione e distribuzione di occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, ha esaminato oggi il fatturato e i risultati preliminari del quarto trimestre e dell’esercizio 2016 in accordo con gli International Financial Reporting Standards emessi dall’International Accounting Standards Board (IFRS), registrando l'ottenimento di un fatturato consolidato reported a 9,086 miliardi di euro (+3,9% a cambi costanti, +2,8% a cambi correnti), sebbene in un contesto macroeconomico più incerto, e un quarto trimestre dell'esercizio 2016, chiuso il 31 dicembre scorso, con vendite in accelerazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, con ricavi a +5,2% a cambi costanti e +6,3% a cambi correnti.

Persol è uno dei marchi di proprietà di Luxottica


Il fatturato ottenuto nel Wholesale è stato di 3,528 miliardi di euro (-0,4% a cambi costanti, -1,8% a cambi correnti); quarto trimestre in ripresa rispetto al precedente, con ricavi a -0,9% a cambi costanti2 e -0,1% a cambi correnti.

Fatturato Retail a 5,558 miliardi di euro (+6,8% a cambi costanti, +6,0% a cambi correnti); quarto trimestre in accelerazione rispetto al precedente, con ricavi a +8,9% a cambi costanti e +10,1% a cambi correnti.

Il 2016 è stato un anno di cambiamento per il Gruppo, che ha intrapreso una serie di iniziative per favorire la semplificazione organizzativa, l’efficienza e l’integrazione delle diverse aree di business, un allineamento dei prezzi nei mercati e la valorizzazione dei marchi in portafoglio. In particolare, l’adozione della "MAP policy” (Minimum Advertised Price) in Nord America ha permesso di consolidare l’equity dei marchi, portare maggior ordine nella distribuzione e proteggere il business dei clienti wholesale.
Nel corso dell’anno sono stati anche effettuati investimenti per lo sviluppo delle sedi produttive e logistiche del Gruppo, l’ingresso in nuovi mercati e il rafforzamento della comunicazione digitale.

Le vendite a parità cambi della divisione Wholesale nell’anno rimangono pressoché invariate rispetto all’anno precedente. La divisione Retail invece registra una crescita del fatturato reported del 6,8% a cambi costanti (+6% a cambi correnti), con le principali catene del Gruppo che continuano a guidare l’evoluzione del settore verso modelli di business innovativi in negozio, online e omnicanale per offrire al consumatore un’esperienza sempre più digitale. Sunglass Hut conferma la sua leadership nel segmento sole con una crescita del fatturato a cambi costanti2 dell’8,1%, così come LensCrafters in Nord America consolida l’equity dell’insegna registrando una crescita del fatturato in dollari dell’1,3%. In Australia, la revisione degli assortimenti nei negozi OPSM si è rivelata vincente nel corso dell’anno, con un miglioramento progressivo delle vendite omogenee4. In America Latina, GMO mantiene un solido trend di crescita.

Eccellente infine la performance dell’e-commerce, che nel 2016 cresce del +24% a cambi costanti. Ray-Ban.com, Oakley.com e SunglassHut.com si confermano le piattaforme preferite dai consumatori per l’acquisto di occhiali di marca.

Il quarto trimestre del 2016 mostra un’accelerazione rispetto ai precedenti, con una crescita del fatturato reported del +5,2% a cambi costanti (+6,3% a cambi correnti). Se i risultati conseguiti in Europa e America Latina premiano ancora una volta l’elevato livello di servizio, la performance della divisione Wholesale in Nord America beneficia dei primi effetti positivi dell’adozione della “MAP policy” e dell’integrazione del canale sportivo di Oakley. In Cina è proseguita nel trimestre la razionalizzazione del sistema distributivo con la chiusura dei rapporti con alcuni distributori.

“Siamo soddisfatti dei risultati del 2016 in particolare perché conseguiti in un anno di grandi investimenti e iniziative volte a migliorare la qualità dell’azienda, e ci aspettiamo che l’utile netto su base adjusted, risulti superiore a quello del 2015”, commentano Leonardo Del Vecchio, Presidente Esecutivo, e Massimo Vian, Amministratore Delegato Prodotto e Operations di Luxottica Group.

Giorgio Armani è uno dei marchi in licenza di Luxottica


“Le scelte coraggiose intraprese negli ultimi due anni e gli investimenti finalizzati all’offerta di prodotti e servizi sempre più innovativi ed eccellenti già si riflettono sui numeri degli ultimi mesi dell’anno, in evidente miglioramento in particolare in Nord America. Le prime settimane del 2017 ci confermano le prospettive di una crescita sana e in accelerazione nel corso dell’anno. Luxottica oggi è un’azienda più forte, semplice ed efficiente e tornata veloce nel prendere decisioni. Ci prepariamo a compiere un grande passo avanti nella realizzazione della nostra visione: offrire un prodotto che fa dell’integrazione tra montatura e lente la ragione del suo successo”, proseguono i due manager.

Più nel dettaglio, suddividendo il fatturato per regioni, nel corso del 2016 il giro d'affari del Nord America è aumentato dello 0,8% a cambi costanti, trainato dalla crescita della divisione Retail che ha più che compensato la flessione della divisione Wholesale (-2,6% a cambi costanti) a seguito dell’adozione della “MAP policy”. Il beneficio di tale iniziativa è visibile nella performance del quarto trimestre, in netta controtendenza rispetto al precedente con un’accelerazione delle vendite pari al +5.5% e al +3% a cambi costanti rispettivamente del business Wholesale e del Gruppo. La divisione Retail chiude l’anno con una crescita delle vendite dell’1,7% a cambi costanti, grazie all’andamento positivo di LensCrafters e Sunglass Hut.

Nel 2016 si conferma poi l’andamento positivo dell’Europa, con un fatturato in aumento del 6,9% a parità di cambi e un’accelerazione nel quarto trimestre pari a +12% a cambi costanti. Nel corso dell’anno, la divisione Wholesale registra una crescita del fatturato del 2,8% a parità di cambi, trainata in particolare da Italia, Regno Unito, Spagna e Europa dell’Est.

La divisione Retail aumenta il suo peso nella regione, con una crescita del 28% a cambi costanti. Contribuiscono al risultato l’ottimo andamento di Sunglass Hut, con vendite omogenee (che si intendono quelle a parità di negozi, cambi e perimetro di consolidamento, ndr.) a +9% e l’apertura di circa 100 nuovi negozi, inclusi i 57 all’interno di Galeries Lafayette.

I risultati della regione dell'Asia sono condizionati dalla profonda ristrutturazione distributiva della Cina continentale, dove la chiusura dei rapporti con alcuni distributori ha comportato il ritiro di merce nel quarto trimestre per un valore superiore al 30% del fatturato. Anche se il mercato cinese ha già ripreso a crescere dalle prime settimane del 2017, per effetto di tale riorganizzazione il fatturato complessivo dell’area Asia-Pacifico nell’anno è sceso dell’1,9% a cambi costanti. Sud-Est asiatico, India e Giappone confermano una solida crescita. La divisione Retail, al contrario, registra nella Cina continentale un forte aumento del fatturato soprattutto grazie al successo dei nuovi negozi Ray-Ban (47 a fine dicembre).

L’Australia conferma infine il buon andamento delle vendite omogenee di Sunglass Hut e di OPSM, quest’ultima in accelerazione trimestre dopo trimestre e in particolare negli ultimi tre mesi dell’anno grazie alle nuove politiche di assortimento.

Nell’ultimo trimestre del 2016, l’America Latina conferma il forte trend di crescita dei primi nove mesi e chiude l’anno con un incremento del fatturato del 10% a cambi costanti. Il Messico è tra i paesi maggiormente in espansione per il Gruppo, in crescita a doppia cifra a cambi costanti. Il Brasile anche nel 2016 continua ad avere una crescita positiva nonostante l’attuale congiuntura non favorevole. La divisione Retail registra nell’anno una crescita a doppia cifra a cambi costanti, grazie al buon andamento anche nel quarto trimestre delle vendite omogenee di GMO e di Sunglass Hut in Messico e nella regione andina.

Ricordiamo che il portafoglio di marchi del Luxottica Group, che ha oltre 80.000 dipendenti nel mondo, comprende i brand di proprietà Ray-Ban, Oakley, Vogue Eyewear, Persol, Oliver Peoples e Alain Mikli, e quelli in licenza Giorgio Armani, Burberry, Bulgari, Chanel, Dolce&Gabbana, Michael Kors, Prada, Ralph Lauren, Tiffany & Co., Valentino e Versace, fra i tanti. Oltre a una presenza wholesale globale che tocca più di 150 Paesi, il Gruppo gestisce un esteso network retail, comprendente circa 8.000 negozi: LensCrafters e Pearle Vision in Nord America, OPSM e LensCrafters in Asia-Pacifico, GMO in America Latina, Salmoiraghi&Viganò in Italia e Sunglass Hut in tutto il globo.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.