×
1 298
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
8 set 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il gruppo Alibaba pronto a sbarcare a Wall Street

Di
Ansa
Pubblicato il
8 set 2014

Sale la febbre per Alibaba. Il colosso dell'e-commerce cinese scalda i motori per la quotazione a Wall Street: il road show dovrebbe iniziare nella settimana dell'8 settembre in Asia, con il primo giorno di scambi previsto il 18 o 19 settembre. Le indiscrezioni sulle prossime mosse di Alibaba alimentano l'attesa per la sua maxi-Ipo (offerta pubblica iniziale), con la quale potrebbe arrivare a raccogliere più di 20 miliardi di dollari, superando i 19,65 miliardi di Visa e affermandosi come la maggiore Ipo della storia americana.

Jack Ma, il fondatore e presidente di Alibaba (Foto: Ansa)


Ma Alibaba è proiettata anche a un traguardo maggiore: divenire l'offerta pubblica iniziale maggiore al mondo. Un primato per il quale si troverà a sfidare un'altra cinese, Agricultural Bank of China, che nel 2010 ha raccolto 22,1 miliardi di dollari.

La quotazione del colosso cinese è attesa dagli investitori ma anche dalla Silicon Valley, che segue attentamente il processo per cercare di capire come Alibaba spenderà i fondi raccolti. Di recente la società si è lanciata in molte acquisizioni di start up e non solo nell'ambito di un ambizioso piano di crescita in Cina e all'estero.

"Per le aziende che hanno prospetti dell'Ipo che mostrano una forte crescita, il road show sarà utile per capire come il management intende mantenere tassi di crescita elevata e le strategie", affermano alcuni analisti.

E i numeri di Alibaba lasciano poco adito a dubbi. Il primo trimestre dell'esercizio fiscale si è chiuso con un utile netto quasi triplicato a 1,99 miliardi di dollari e ricavi in aumento del 45%, a 2,15 miliardi di dollari. Motore della crescita il balzo del numero di utenti mobili, saliti a 188 milioni nel trimestre, ovvero 25 milioni in più rispetto ai tre mesi precedenti.

Un boom, quello di Alibaba, che ha già creato l'uomo più ricco della Cina ancora prima dello sbarco in Borsa: Jack Ma, il fondatore e presidente, è il paperone cinese con una fortuna stimata in 21,8 miliardi di dollari. Jack Ma supera sia Ma Huateng, fondatore di Tencent Holding, la maggiore società cinese per valore di mercato, sia Robin Li, fondatore del motore di ricerca Biadu. E proprio l'ascesa di Alibaba preoccupa Tencent e Baidu, che si alleano con l'altro colosso cinese Dalian Wanda per creare una società rivale, l'anti Alibaba.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.