×
1 555
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Europe Man Rtw Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FACTORY SRL
Responsabile di Linea Maglieria
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MANDARINA DUCK
Ecommerce Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
1 apr 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il gioiello italiano recupera all'estero

Di
Ansa
Pubblicato il
1 apr 2021

Il comparto orafo nel 2020 è stato uno dei settori maggiormente colpiti dagli effetti indotti dalla pandemia, con la domanda mondiale che ha toccato i livelli minimi degli ultimi dieci anni. Nel quarto trimestre emergono con più forza segnali di recupero, con l'export italiano che riesce a cogliere le opportunità presenti negli Usa, tornato ad essere il principale sbocco delle vendite di gioielli italiani. È quanto emerge da una analisi della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.

@vicenzaoro


La quantità di gioielli in oro domandata a livello mondiale, monitorata dal World Gold Council, è scesa a 1.400 tonnellate, livelli minimi dell'ultimo decennio, con una contrazione pari al 33,5%, complici sia le misure di contenimento della pandemia (chiusura delle fasi distributive, blocco dei flussi turistici) sia l'elevato livello raggiunto dai prezzi, come effetto della forte incertezza presente sui mercati. Anche l'export italiano di gioielli in oro ha sofferto in maniera considerevole l'impatto della pandemia, registrando una contrazione, sulla media del 2020, del 29% delle quantità e del 31,2% dei valori. Pur rimanendo in territorio negativo, tuttavia, si evidenzia un progressivo miglioramento dai minimi raggiunti nel mese di aprile, con l'ultimo trimestre 2020 che registra un calo del 13,2% delle quantità e del 9,7% dei valori e i dati di export in valore tornati in territorio debolmente positivo a novembre (+0,5%).

Il miglioramento delle esportazioni di gioielli italiani, evidenzia la ricerca di Intesa Sanpaolo, dell'ultimo scorcio del 2020 dipende fortemente dall'andamento delle esportazioni verso gli Stati Uniti che hanno registrato una forte crescita, in particolare dei valori esportati (+22,4% nel quarto trimestre) ma che ha interessato anche le quantità (+2,5%).

Anche a livello territoriale è proseguito il trend di graduale recupero già evidente dai dati del trimestre estivo. È in particolare Vicenza a mostrare una velocità maggiore, con il quarto trimestre 2020 che torna in positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+4,7%), grazie soprattutto all'ottimo risultato delle vendite negli Usa (+48,8%), che porta a +4,1% il consuntivo dell'intero anno su questo mercato. Meglio anche Arezzo, che chiude il quarto trimestre con un calo limitato all'1,3%, che porta il consuntivo del 2020 a registrare una contrazione di poco inferiore al 30%, grazie al recupero intenso registrato dalle esportazioni destinate agli Stati Uniti (+1,9% nella media 2020 con un balzo del 39,1% nell'ultimo trimestre). Anche per Arezzo, così per Vicenza, è da sottolineare il forte incremento degli invii verso il Sudafrica (+248,9% nell'intero 2020 con un +270,3% nel quarto trimestre). Le esportazioni di oreficeria e bigiotteria del distretto orafo di Valenza evidenziano la contrazione maggiore nella media del 2020, registrando un calo del 44% in valore e deboli segnali di recupero nel quarto trimestre (-23,7%).

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.