×
1 413
Fashion Jobs
MANTERO SETA
Junior Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
FOURCORNERS
Retail Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Emea Emarketing & Analytics Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
Stock Operations Manager - Boutique Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
IT Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
Pubblicità

Il distretto tessile di Carpi rialza la testa

Pubblicato il
today 31 mag 2012
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Due giorni dopo il terremoto che ha colpito l’Emilia per la seconda volta nel giro di 10 giorni, gran parte delle aziende del distretto tessile di Carpi si sono già rimesse a lavorare. Tirate le prime somme dopo il sisma, risulta che la zona è stata meno colpita rispetto ad altre, come il vicino distretto tecnologico di Mirandola dove la situazione è drammatica.




Per tante aziende, compresi i marchi più conosciuti come Blumarine, Danny Rose, Twin-Set o Liu Jo, non si sono riscontrati danni importanti. “Nel comparto di Carpi non è crollato praticamente niente. Ci sono stati solo lievi danni e i capannoni hanno retto. Le aziende sono state chiuse per precauzione, ma sono agibili. E’ chiaro che c’è disagio, ma riapriremo tutti al 100% lunedì”, dichiarano alla Twin-Set, indicando “che è stato confermato tutto quello che era programmato”.

Certe aziende, in piena uscita di campionari, non si sono mai fermate organizzando piuttosto che niente le loro riunioni all’aperto in qualche parco vicino ai loro stabilimenti. Tanti hanno di fatto già ripreso a lavorare. Ma la paura rimane e qualche imprenditore invita le autorità ad essere più presenti sul posto, come Gianguido Tarabini, amministratore unico di Blufin. “Purtroppo è avvilente constatare che, a fronte della paura che tutti noi stiamo vivendo, la sensazione principale è quella dell'abbandono, dichiara il manager in un comunicato. La confusione regna sovrana e gli sciacalli imperversano. Persone che si spacciano per responsabili della Protezione Civile continuano a dare false direttive di evacuazione alla gente, minacciando imminenti e forti scosse così da avere via libera ai furti e allo sciacallaggio.”

Il titolare dell’azienda di moda che detiene i marchi Blumarine e Blugirl ricorda in particolare che “Carpi non è una piccola realtà, ma conta 70.000 abitanti che hanno bisogno di assistenza e protezione.” Secondo lui: “le forze dell'ordine sono insufficienti per far fronte al caos e ad una situazione così destabilizzante, mancano anche i tecnici preposti alle verifiche di abitabilità. Abbiamo bisogno di persone che ci difendano e che garantiscano la nostra incolumità e sicurezza. La mia gente ha paura. Il mio è un appello di aiuto: non lasciateci soli.”

Di fronte a questa situazione, vari organi hanno subito testimoniato la loro solidarietà nei confronti delle zone terremotate. Altagamma ha lanciato l’idea di una rete di solidarietà da costituire intorno alle imprese colpite dal terremoto, mentre Fiera Milano ha deciso di sostenere le aziende provenienti dalle province di Mantova, Ferrara, Modena e Reggio Emilia che parteciperanno alle sue mostre autunnali Macef, MIPAP, Sicurezza e Chibi Mart Inverno.

Gli espositori provenienti dalle zone terremotate potranno beneficiare infatti di un contributo di 1.000 euro da utilizzare per servizi fieristici. “Aiuteremo le aziende – afferma l’AD di Fiera Milano Enrico Pazzali, garantendo loro la possibilità di partecipare alle fiere che, in un momento particolare come questo, rappresentano uno strumento particolarmente efficace per poter imboccare la strada della ripresa”.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.