×
923
Fashion Jobs
MANPOWER GROUP
Responsabile Avanzamento Produzione Tessile
Tempo Indeterminato · VARESE
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Wholesale Operations Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale - Premium Fashion Brand
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Impiegato di Magazzino App. Categorie Protette
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
jr Financial Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MALIPARMI
Responsabile Amministrativo ed Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · ALBIGNASEGO
CONFIDENTIAL
Impiegato Ufficio Acquisti Estero
Tempo Indeterminato · NOLA
CONFIDENTIAL
District Manager Veneto
Tempo Indeterminato · VERONA
INTIMAMEDIAGROUP
International Sales & Marketing
Tempo Indeterminato · CORSICO
GIOVANNI RASPINI
Retail Controller
Tempo Indeterminato · AREZZO
CONFIDENZIALE
Responsabile Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NOLA
RETAIL SEARCH SRL
Sales Account Piemonte Liguria
Tempo Indeterminato · CUNEO
UB INTERNATIONAL SAGL
Head of Retail/Retail Director
Tempo Indeterminato · LANDQUART
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Business Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Brand Communication Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Project Manager Security Systems - Consultancy Contract
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Production Director
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Junior Export Area Manager - Calzature
Tempo Indeterminato · PADOVA
CONFIDENZIALE
Senior Legal Specialist
Tempo Indeterminato · VICENZA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Corporate & Emea Health & Safety Manager + Rspp Hqs Milan
Tempo Indeterminato · MILANO

Il distretto fermano delle calzature riparte, tempo di fiere

Di
Ansa
Pubblicato il
28 ago 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Gli imprenditori del distretto calzaturiero fermano, alle prese con una delle più complesse crisi degli ultimi decenni, si preparano al ritorno in fiera. Prima la Germania, poi Milano con Micam e Mipel e a seguire Lineapelle.

Micam


Gli imprenditori, che nei mesi di blocco hanno accelerato la digitalizzazione, puntando anche su showroom virtuali e B2B a distanza, non possono fare a meno dell'incontro che solo le manifestazioni fieristiche riescono a garantire. Per questo le associazioni di categoria, in primis Assocalzaturifici, hanno investito risorse per agevolare la partecipazione, anche in accordo con Regione e Camera di Commercio nel caso delle Marche.

Per il Micam è stato pensato un programma di finanziamento che abbatte i costi dell'edizione di settembre (20-23) e anche del Micam Milano Digital show che prosegue fino a metà novembre. I calzaturieri possono accedere a risorse gestite da Simest, ma devono chiedere il finanziamento prima della fiera.

"Siamo pronti con le nostre valigie, con le nostre idee, con il nostro campionario frutto di estro e qualità", dice Valentino Fenni, presidente della sezione calzature di Confindustria Centro Adriatico, che invita gli associati a partecipare, usufruendo dei contributi.

Secondo Giampietro Melchiorri, vicepresidente di Confindustria Centro Adriatico, le prime risposte arriveranno da Düsseldorf con Gallery (30 agosto e primo settembre) e Supreme. Quello tedesco è "un mercato fondamentale ma per le nostre imprese, ma ancora peno di incognite, dato che anche la Germania ha attuato un lockdown molto duro".

Melchiorri valuta che siano andare perse "un paio di stagioni". "Siamo preoccupati”, sottolinea Fenni, “inutile farsi illusioni. È appena uscito il primo bando da 5 milioni di euro per l'area di crisi complessa, ma parlare di investimenti con i magazzini pieni e le vendite nei negozi di mezzo mondo in stallo è complesso. Ancora di più - insiste - quando dal Governo arrivano provvedimenti insensati, come lo sgravio al costo del lavoro del 30% ma solo per il Sud. Il che significa di veder trasferire intere produzioni, in particolare delle griffe, dalle Marche in Puglia o in Campania. Noi siamo abituati a lottare, ma non vorremmo che le prossime fossero le ultime fiere per molte imprese, che vanno aiutate in modo da poter garantire il lavoro e quindi il sistema sociale".

Copyright © 2020 ANSA. All rights reserved.