Il distretto conciario di Santa Croce sull'Arno si racconta a Palazzo Vecchio

Le rotte della moda internazionale sono sempre più legate a quelle del distretto conciario di Santa Croce sull'Arno, questa volta anche dal punto di vista della location scelta dall'Associazione Conciatori, che mercoledì 9 gennaio sarà presente a Firenze con l'evento “Emozione Pelle”.

Lineapelle

Nella cornice di Palazzo Vecchio, nel cuore di una Firenze in questi giorni più che mai frenetica e piena di appeal in concomitanza con le giornate di Pitti, “Emozione Pelle by Associazione Conciatori” sarà il racconto brillante di come il distretto conciario toscano è riuscito a diventare modello mondiale per il comparto affermandosi partner privilegiato del sistema moda e degli operatori del fashion. Con la partecipazione straordinaria di Stefano Massini, drammaturgo di fama internazionale, sarà occasione per illustrare le nuove opportunità di crescita del distretto.

Circa 250 concerie, e altrettante lavorazioni contoterziste, 6.000 lavoratori e un fatturato medio annuo di 2,400 miliardi di euro, per il 35% della produzione nazionale di pelli e il 98% della produzione nazionale di cuoio da suola: sono i numeri di una delle maggiori associazioni di categoria d'Europa, l'Associazione Conciatori, con le sue 150 aziende associate.

Il distretto conciario di Santa Croce sull'Arno è riuscito a confermarsi anche nel recente contesto della crisi dei mercati grazie a investimenti mirati nella gestione ambientale con un occhio attento ai processi di internazionalizzazione. E proiettato con forza in una comunicazione sempre più totale di tutto quanto è la concia toscana, con il nuovo format “Distretto Santa Croce”, con cui l'Associazione Conciatori sta comunicando il distretto con un linguaggio sempre più trasversale.

Copyright © 2019 AdnKronos. All rights reserved.

Moda - AccessoriLusso - AccessoriEventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER