×
1 336
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Head of Advertising And Digital Production
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Administration And Accounting Manager / Luxury Brand / Mendrisiotto
Tempo Indeterminato · COMO
GINNIBÒ SRL
E-Commerce Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
DREAMERS FACTORY
Production Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
14 ott 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il Covid-19 potrebbe causare un brusco calo del valore dei marchi di lusso

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
14 ott 2020

Non abbiamo ancora finito di misurare l'entità dei danni causati dal Covid-19 nella moda. In particolare nel settore del lusso. Secondo Brand Finance, il valore della Top 50 dei marchi di lusso e premium potrebbe perdere oltre 35 miliardi di dollari a causa della pandemia, mentre al di là delle firme del segmento di alta gamma, il valore dei 500 marchi più preziosi al mondo potrebbe scendere di circa 1 trilione di dollari.

La top 10 dei marchi di lusso e premium dal maggior valore assoluto nel 2020 - Brand Finance


Questa è l'osservazione della società di consulenza londinese, che ha appena pubblicato la sua classifica Top 50 2020 dei brand di lusso e premium dal valore maggiore, dominata da Porsche. Il marchio tedesco di automobili è seguito da Gucci, Louis Vuitton, Cartier, Chanel e Hermès, con Dior in nona posizione.
 
Ancora una volta sono i marchi francesi a dominare la classifica con crescite sostenute del loro valore. In cinque si accaparrano la Top 10: Louis Vuitton (+21,4%), Cartier (+10,1%), Chanel (+19,4%), Hermès (+9,1%), Dior (+8,6%), dimostrando la leadership dei due colossi LVMH e Kering nella categoria. Gucci, Louis Vuitton, Hermès, Moncler e Bottega Veneta figurano invece nella lista dei primi 10 marchi di lusso più forti, quest'anno dominata da Ferrari e Rolex.

Da notare la folgorante rimonta di Givenchy, con la crescita più rapida nella classifica dei marchi di lusso più valutati quest'anno. Il valore del marchio è aumentato del 74% a 2 miliardi di dollari sttunitensi, guadagnando contemporaneamente 11 posizioni, per passare dal 37° al 26° posto. “La solida performance e la crescita di Givenchy, in particolare della sua divisione make up e del profumo “L’Interdit”, hanno controbuito alla robusta prestazione finanziaria della casa madre LVMH nel corso dell'anno precedente. L'etichetta ha continuato a concentrarsi sullo sviluppo e l'attivazione della sua piattaforma di e-commerce omnicanale inizialmente lanciata nel 2017”, sottolinea il rapporto.
 
Soltanto che questa valutazione, costruita negli anni a colpi di investimenti significativi, è ora seriamente minacciata dalla crisi del coronavirus. Secondo Brand Finance, nei comparti della moda e del lusso, i marchi di abbigliamento e la vendita al dettaglio dovrebbero essere i segmenti più colpiti, dovendo fare i conti con una perdita media del valore di marca del 20%, mentre i brand di cosmetici dovrebbero rimanere al riparo dall'impatto negativo della pandemia.
 
Comunque, osserva la società di consulenza, “anche se la crisi non ha precedenti, dovrebbe accelerare il consolidamento del settore secondo la capacità dei brand più forti di rispondere alla forza crescente dei circuiti digitali e dei mercati asiatici”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.