×
1 376
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 giu 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il Covid-19 fa una nuova vittima nella moda: Sies Marjan

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 giu 2020

Le conseguenze economiche della pandemia di Covid-19 continuano a lasciare vittime sul campo. Il marchio Sies Marjan, con sede a New York e fondato da Sander Lak nel 2015, ha dichiarato fallimento.

Sies Marjan - Autunno-Inverno 2020 - Womenswear - New York - © PixelFormula


Conosciuto per le sue collezioni molto colorate, il marchio era supportato dai miliardari Howard e Nancy Marks, che hanno anche investito nella griffe Ralph Rucci.
 
“Grazie a tutti coloro che negli ultimi anni hanno investito tempo e talento in Sies Marjan. Abbiamo costruito un marchio unico, il cui heritage non permane solo nell’abbigliamento e nelle collezioni, ma nelle persone che hanno partecipato all'avventura”, ha dichiarato Sander Lak in un comunicato.

Sander Lak è stato direttore del design di Dries Van Noten e ha vinto il premio del CFDA per i talenti emergenti nel 2018 con il proprio brand, che prende il nome dai suoi genitori. Ha ricevuto anche una nomination al premio “Designer dell’anno” del CFA, categoria moda femminile, nel 2019.
 
Sies Marjan, che sfilava alla Fashion Week di New York, era indossato in particolar modo da celebrità come Zoe Saldana, Emma Stone e Jordan Roth. A seguito del lancio di una linea maschile nel 2017, la griffe era stata una delle pioniere delle sfilate miste.
 
Ma le difficoltà causate dalla crisi del coronavirus sono state apparentemente fatali per Sies Marjan. Nonostante la popolarità delle sue sfilate, il marchio non è mai riuscito davvero a sfondare commercialmente. L'etichetta aveva già sperimentato una battuta d'arresto l'anno scorso, quando la catena americana di grandi magazzini Barneys, uno dei suoi principali distributori, aveva presentato istanza di fallimento ed era stata smembrata per essere venduta in varie parti.
 
Questa nuova bancarotta di un marchio di moda ricorda una volta in più all'industria i pericoli determinati dal Covid-19. Le PMI sono particolarmente esposte ai rischi, perché non possono contare sulla base finanziaria di cui godono i grandi gruppi internazionali, né possono ridurre le proprie dimensioni e trovare un format più redditizio come quello delle start-up, molto più flessibili.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.