Il consumo di cotone esploderà in tutto il mondo nel 2018/2019

In Cina, i consumi di cotone dovrebbero aumentare del 4%, con 41,5 milioni di balle utilizzate nel 2018/2019, la cifra più alta dal 2010/2011. L’industria tessile ha il vento in poppa e i fabbricanti cinesi hanno accesso ai fornitori locali della riserva nazionale. Nel 2018/2019, le filature cinesi potebbero rifornirsi ancora di più sul mercato domestico e fare così calare la quota delle importazioni rispetto alle annate precedenti.

archiv

Allo stesso modo, il consumo dell'India dovrebbe aumentare di quasi il 4%, con 25,2 milioni di balle nel 2018/2019, il che rappresenterebbe anche in questo caso un record. La forte domanda mondiale per i tessuti e i vestiti di cotone favorisce la recente crescita constatata in India.
 
Il Pakistan dovrebbe invece consumare 10,5 milioni di balle nel 2018/2019, leggermente di più dell’anno scorso e suo livello più alto da quattro anni a questa parte, secondo il rapporto.
 
Il Bangladesh utilizzerà 7,8 milioni di balle nel 2018/2019, cioè 500.000 balle in più, pari al 7% di aumento rispetto al 2017/2018. Il consumo del Paese asiatico raggiunge livelli record ogni anno.
 
Altrettanto da sottolineare è la crescita folgorante del Vietnam, dove il consumo di cotone dovrebbe aumentare del 12% nel 2018/2019, per arrivare alla cifra record di 7,4 milioni di balle, vale a dire 800.000 in più della stagione precedente.
 
Allo stesso modo, il consumo turco aumenterà di 200.000 balle, o del 3%, nel 2018/2019, per raggiungere il livello record di 7,4 milioni di balle, secondo l’USDA.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 Fibre2Fashion. All rights reserved.

TessileIndustry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER