×
1 398
Fashion Jobs
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 feb 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il CFDA svela il calendario della New York Fashion Week con 84 marchi, ma alcuni sfileranno a Parigi

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 feb 2021

Il CFDA ha svelato il suo calendario per la Settimana della Moda di New York di questo mese, che mostra un totale di 84 marchi in cartellone, anche se alcuni di loro sfileranno… in Francia.

Tom Ford - Primavera-Estate 2021 - Womenswear - New York - © PixelFormula


A causa della pandemia, la stagione principale si svolgerà in soli quattro giorni, dal 14 al 17 febbraio, con 72 marchi. Anche se il CFDA (Council of Fashion Designers of America) elenca altri 12 marchi - tra i quali nomi di primo piano come Gabriela Hearst, Carolina Herrera, Thom Browne e Coach – che adotteranno presentazioni digitali protratte fino al 15 aprile.
 
Browne, ad esempio, ha messo in scena le sue sfilate di ready-to-wear uomo/donna a Parigi negli ultimi sei anni, mentre Hearst ha presentato la sua collezione più recente all'interno dell’Ecole des Beaux-Arts di Parigi a settembre.

La stagione principale di New York si aprirà domenica sera, 14 febbraio, con due soli show: Jason Wu e il marchio indie avant-garde downtown Imitation of Christ. E culminerà mercoledì sera con Tom Ford, il cui omonimo designer è anche presidente del CFDA.
 
A sottolineare la crescente frammentazione della stagione newyorkese, le quattro case di moda americane più grandi - Ralph Lauren, Tommy Hilfiger, Calvin Klein e Michael Kors - non sono elencate nel programma del CFDA. Anche l'enorme numero di designer e giornate di sfilate del passato oggi è diminuito vertiginosamente, dai circa 170 show in otto giorni che il calendario mostrava appena due anni fa.

Thom Browne - Primavera-Estate 2021 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


“Anche se il CFDA continuerà ad incoraggiare gli stilisti americani a sfilare a New York durante la New York Fashion Week, riconosciamo la necessità per alcuni di ampliare la loro visibilità globale. Negli ultimi anni, molti dei nostri membri hanno scelto di sfilare in Europa, Asia e altri mercati chiave, e in molti casi fuori calendario. Gli eventi dello scorso anno hanno solo evidenziato il bisogno di flessibilità all'interno del sistema moda”, ha affermato Ford in una lettera aperta sul sito web del CFDA.
 
“Ovunque o comunque i designer americani scelgano di mostrare le loro collezioni, è nostro compito come CFDA onorare la nostra dichiarazione d'intenti originale e aiutare a promuovere e sostenere la moda americana. Pertanto, pubblicheremo in cartellone non solo il programma delle sfilate degli stilisti a New York durante la New York Fashion Week, ma anche quello degli stilisti americani che sfileranno fuori calendario e all'estero”, ha continuato.
 
Lo stesso Ford è stato uno dei primi protagonisti di questa evoluzione, essendo arrivato a mettere in scena uno dei suoi show a Los Angeles, nel bel mezzo della stagione delle passerelle newyorkesi.
 
Il CFDA ha inoltre ribattezzato la stagione di New York “American Collections Calendar” (“Calendario delle collezioni americane”) come riconoscimento delle tendenze sempre più girovaghe dei designer di New York. La stagione sarà essenzialmente un affare digitale e tutti i designer in calendario mostreranno i loro video o eventi phygital su Runway360, il sito web all'avanguardia del CFDA sul quale vengono proposti abbigliamento maschile, femminile, talenti emergenti, abiti da sposa e persino accessori.
 
Il nuovo American Collections Calendar include anche una finestra all’ora di pranzo di due ore, lunedì 15 febbraio, dedicata ad alcuni designer di abbigliamento maschile, tra i quali appaiono Timo Weiland, Koh T, Carter Young e Chelsea Grays.

Jason Wu - Primavera-Estate 2021 - Womenswear - New York - © PixelFormula


“La missione principale del CFDA sin dalla sua creazione nel 1962 è stata quella di promuovere la moda americana sia a livello nazionale che all'estero. Ora più che mai questo è uno dei nostri obiettivi primari. Il mondo è cambiato radicalmente dal 1962 e il raggiungimento del riconoscimento globale di un proprio marchio è la chiave per garantire il successo agli stilisti americani. A tal fine, il programma degli show pubblicato ogni stagione dal CFDA avrà la denominazione di “American Collections Calendar”. Includeremo tutti i designer americani nel calendario e su Runway360, indipendentemente dal luogo o dalla data di uscita della collezione. Questa stagione, anche più dell'ultima, costituirà una grande sfida per tutti noi, mentre il mondo è alle prese con una pandemia sempre più devastante e con una recessione economica. Noi del CFDA siamo qui per supportarvi in ogni modo possibile. Cordiali saluti”, ha concluso Ford nella sua lettera.
 
Possa la stagione, almeno virtualmente, iniziare.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.