×
1 121
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
19 giu 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il cesto di leggerezza di Emporio Armani

Di
Ansa
Pubblicato il
19 giu 2022

Un ragazzo rasta danza a ritmo tribale in chiusura della sfilata milanese di Emporio Armani, a sottolineare la voglia di leggerezza e libertà della collezione per la prossima estate, sottolineata dal titolo 'Cesto d'estate'.

Emporio Armani PE 2023 Milano


"Nel mio primo Emporio, in via Durini”, racconta Giorgio Armani, “alcuni prodotti erano esposti in ceste intrecciate, e il pubblico poteva prenderli e sceglierli come preferiva. Era una piccola trovata, ma piena di energia. Questa collezione è come una di quelle ceste piene di possibilità che ciascun uomo potrà esplorare, giocando e osando. Mi piace creare questa connessione con il mio pubblico, perché la moda è un continuo dialogo".

Ad applaudire la nuova collezione, che vede la camicia protagonista, Alessandro e Leo Gassman, Pietro Castellitto e la campionessa Sofia Goggia. Per portare in città la vacanza e viceversa per vestire di accuratezza le ferie, Armani ha puntato sulla leggerezza dei cotoni per camicie e pantaloncini, su dettagli come fessure sui calzoni e zip sulle camicie, sulla fresca eleganza dei completi di lino, con dettagli come le ciabatte con intreccio che ricorda quello delle ceste di vimini e grandi cappelli di paglia.

"La libertà dell'estate”, chiosa Armani, “si traduce spesso in poca cura, ma sono convinto che ci sia un modo composto anche di essere spensierati ed esuberanti. Un modo che ho voluto esprimere in questa collezione leggerissima, fatta di camicie, pantaloni generosi, pantaloncini e giacche di gobelin. Accessorio indispensabile è il cappellaccio a tesa larga, da pescatore, e poi le scarpe di gomma, perché vestirsi è anche divertirsi".

Emporio Armani PE 2023 Milano


Per gli ospiti della sfilata, un'anteprima della mostra che apre negli spazi di Armani/Silos, 'Magnum Photos - Colors, Places, Faces', curata dallo stesso Armani in collaborazione con Magnum Photos. In mostra, lo sguardo di dieci fotografi internazionali e i rispettivi modi di intendere la fotografia, dalla Cina di Christopher Anderson, indagata nei volti invece che nelle architetture, alla Dubai di Olivia Arthur, vista nello sguardo di un naufrago tornato dopo cinquant'anni in una città che da villaggio è divenuta megalopoli; dal Marocco di Bruno Barbey, racconto di un paese che si è sottratto alla modernità, alla New York di Werner Bischof, ritratta a colori; dalle architetture intese come spazi sociopolitici di René Burri, ai litorali visti come luoghi di confine tra terra e acqua di Harry Gruyaert; dalla pungente dissezione del vivere inglese di Martin Parr, a Tokyo e Venezia ritratte da Gueorgui Pinkhassov, dall'Iran dipinto nella sua quotidianità da Newsha Tavakolian, all'America Latina e i Caraibi a tinte sature di Alex Webb.

"La fotografia mi appassiona da sempre perché l'emozione che suscita”, spiega Armani, “è strettamente legata alla sorpresa nell'osservare la realtà da un punto di vista inaspettato".

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.