×
561
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Commerciale Wholesale
Tempo Indeterminato · ROMA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Industrial Controller (Maternity Cover)
Tempo Indeterminato ·
YVES ROCHER
Responsabile Della Protezione Dati Italia/Portogallo (Sede Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Project Manager
Tempo Indeterminato · NOVARA
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Specialista Industrializzazione Pelletteria
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MUSE & HEROINE
Marketing/Media Expert + Sales/Distribution Expert
Tempo Indeterminato · MODENA
MARGIELA
Pricing Manager
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
CONFIDENZIALE
Digital Technology Leader
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Marketing And Communication Manager - ww
Tempo Indeterminato · MILANO
BALDININI SRL
Marketplace Manager
Tempo Indeterminato · SAVIGNANO SUL RUBICONE
ADECCO S.P.A
Area Manager_Outlet
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Coordinator- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
F&M BROTHERS
Esperto Contabilità - Tesoreria
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
SIDLER SA
Senior Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
WAYCAP SPA
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
BALDININI SRL
Inbound Marketing Manager
Tempo Indeterminato · SAVIGNANO SUL RUBICONE
247 SHOWROOM
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
YVES ROCHER
Responsabile Della Protezione Dati Italia/Portogallo (Sede Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
Pubblicato il
25 ott 2011
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il Brasile è in pieno boom, anche nell’alto di gamma

Pubblicato il
25 ott 2011

Economia in costante crescita, diffusa cultura edonista, classe media in espansione e un numero record di milionari: è il Brasile il nuovo Eldorado dei brand mondiali di alta gamma.



E' quanto emerso dall'Altagamma Market Focus tenutosi Martedì 25 ottobre 2011 a Milano, cui hanno partecipato il principale luxury retail developer in Brasile, Carlos Jereissati di Iguatemi Group, l’analista di Bain&Co.Claudia D’Arpizio, il Vice Presidente di GFK-Eurisko Paolo Anselmi e alcuni rappresentanti delle Imprese Altagamma (Enrico Cavallari di Technogym, Marco Piscitelli di Flos, Diego Stecchi di Salvatore Ferragamo), coordinati dal Segretario Generale di Fondazione Altagamma, Armando Branchini.

Ne è emerso il profilo di un Paese che – nonostante forti disparità di reddito – è sospinto da un economia in prepotente crescita appena sfiorata dalla crisi del 2009 (nel 2010 è diventata la settima economia del mondo, a scapito dell’Italia). Nel periodo 2005-2011 il Prodotto Interno Lordo è cresciuto ad una tasso (CAGR) del 12%. A questo si aggiungono altri elementi quali il rafforzamento della valuta, la stabilizzazione dell’inflazione e l’aumento di investimenti da parte di aziende internazionali.

La tendenza a ricercare una migliore qualità di vita, alimentata da una diffusa combinazione di edonismo e gioia di vivere costituisce il terreno ideale per la formazione di una cultura materiale orientata al consumo di alto di gamma. Secondo Paolo Anselmi, Vice Presidente di GFK-Eurisko: “i consumatori brasiliani mostrano una sempre maggiore apertura alla ricerca di benessere e un sempre maggior interesse per i consumi, in particolare per moda, cura di sé, arredamento e auto.” E sottolinea poi l’importanza di un dato ancora più intangibile: “Attualmente sono tra i più ottimisti al mondo: l’84% ritiene che la propria situazione finanziaria è destinata a migliorare nei prossimi 12 mesi.”

Lo conferma il principale proprietario di shopping center di alto di gamma in Brasile: “il futuro dell’alto di gamma in Brasile è ORA” dice Carlos Jereissati, CEO di Iguatemi Group: “i consumatori brasiliani hanno caratteristiche specifiche che li differenziano da quelli di altri mercati emergenti e la loro sete di lusso sta crescendo molto rapidamente. Per avere successo in Brasile, i brand devono comprendere l’unicità di questo mercato.”

Secondo Claudia D’Arpizio, partner di Bain&Co, “alla crescita contribuisce non solo l’espansione della classe media, ma anche l’altissimo numero di milionari: 155.000, più che in India ed in Russia e undicesimo Paese in assoluto in graduatoria, di cui 5.000 Ultra HNWI (individui con 30 milioni di dollari in asset liquidi). Di questi ultimi, 50 detengono una ricchezza quasi pari al GDP danese! Grazie a questi consumatori, il mercato dei consumi di alta gamma in Brasile vale 2,3 miliardi di euro e mostra una crescita media del 45% annuo nel periodo 2003-2011”

I consumatori brasiliani target del lusso si stimano in circa 10 milioni, di cui il 75% sono donne, vero traino del consumo di alta gamma. I gusti e le abitudini di consumo di lusso locali si concentrano attorno al colore, ad una spiccata fedeltà alle marche preferite, ad una attenzione massima agli outfit per le occasioni formali e mondane, e ad una propensione per l’acquisto a catalogo (specialmente per cosmetici).

La preponderanza di consumatrici donne influenza il ranking delle categorie di prodotto più in auge nel lusso: al primo posto troviamo profumi e cosmetici, subito seguiti dai gioielli, nei quali è forte anche la presenza di brand locali. Le opportunità di un mercato in così rapida crescita non sono sfuggite ai brand internazionali di lusso, che negli ultimi 15 anni sono entrati nel mercato brasiliano concentrando le proprie aperture nelle città di San Paolo (che concentra il 70% del mercato del lusso nazionale) e Rio de Janeiro (il 25% del mercato del lusso nazionale), per un totale di più di 80 negozi in queste 2 città.

“Dal punto di vista dell’Italia il mercato brasiliano è un’opportunità imperdibile” dice Santo Versace, Presidente di Fondazione Altagamma. “Molte imprese italiane di alta gamma sono già presenti e altre stanno per entrare. I presupposti, anche di contiguità culturale con la mentalità brasiliana, ci sono tutti per poter essere protagonisti della crescita di questo meraviglioso Paese”

“Il miglioramento delle infrastrutture che accompagnerà l’organizzazione del doppio evento Mondiali FIFA 2014 e Olimpiadi 2016 contribuirà alla crescita economica generale e quindi ai consumi, anche di alta gamma.” conclude Armando Branchini, Segretario Generale di Fondazione Altagamma. “Non c’è dubbio che il futuro dell’alto di gamma in Brasile sia radioso. L’unica ombra, ad oggi, riguarda il problema dei dazi sull’importazione di ogni genere di prodotto, che si attesta in media su un’altissima quota di circa il 35%. Ma siamo fiduciosi che con il tempo anche questo ostacolo sarà rimosso”

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.