×
368
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital go to Market Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM S.P.A.
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · GALLARATE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato ·
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Commercial Legal Counsel
Tempo Indeterminato · MILAN
CONFIDENZIALE
Senior Merchandising Manager - Women's
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Nord e Centro Europa - Abbigliamento Lusso
Tempo Indeterminato ·
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale Linea Donna - Abbigliamento Lusso
Tempo Indeterminato ·
THUN SPA
Head of Demand Management
Tempo Indeterminato · BOLZANO
THUN SPA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Rtw Talent Development Partner
Tempo Indeterminato · NOVARA
ANONIMO
e - Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistic Planning And Outbound Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ST. BARTH SRL
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Media Content Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LK
Sales
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Supply Chain Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager Retail
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Mrtw Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PRAXI
Responsabile Pianificazione Produzione Pelletteria Production Planning Manager Leather Goods
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 ott 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il BFC fissa le date per le prossime tre London Fashion Week, ma annulla l’uomo di gennaio

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 ott 2020

Il British Fashion Council, l'organo di governo della moda britannica, ha annunciato giovedì le date delle prossime tre edizioni della London Fashion Week (LFW), rivelando nel contempo che non verrà realizzata la stagione del menswear di gennaio nel 2021.

Charles Jeffrey Loverboy - Autunno-Inverno 2020 - Menswear - Londra - © PixelFormula


Di conseguenza, le prossime tre edizioni della LFW si svolgeranno nelle seguenti date del 2021: dal 19 al 23 febbraio, dall'11 al 14 giugno e dal 17 al 21 settembre. Tutte e tre le stagioni presenteranno sia l’abbigliamento da uomo che il womenswear.
 
A causa del perdurare della crisi pandemica del Covid-19, la prossima stagione londinese sarà principalmente un evento digitale, disponibile gratuitamente sul sito web della London Fashion Week, con solo alcuni momenti fisici su scala ridotta, come sfilate intime e visite di showroom su appuntamento per stampa e buyer.

L'annuncio porta alla chiusura, quanto meno per il 2021, della London Fashion Week Men’s, la stagione autonoma di sfilate d'abbigliamento maschile che è stata lanciata per la prima volta nel giugno 2012. Tuttavia, il BFC ha sottolineato in un comunicato che “la London Fashion Week del gennaio 2022 sarà rivista il prossimo anno”.
 
Commentando le modifiche, Dylan Jones, presidente di BFC Menswear e redattore capo di GQ UK, ha osservato: “Quando abbiamo lanciato London Collections: Men nel giugno 2012, che poi è diventata la London Fashion Week Men's, stavamo rispondendo a un'esigenza del settore e alla necessità di avere una piattaforma per i nostri brillanti designer britannici di abbigliamento maschile, dai talenti emergenti ai sarti di Savile Row. Da allora sono cambiate molte cose e la pandemia di quest'anno ci ha fatto ripensare l’attuale sistema. Siamo fiduciosi che questa mossa aiuterà i designer a raggiungere più persone tramite la piattaforma digitale della LFW, pur consentendo loro di fare affari già a gennaio senza dover attendere la scadenza temporale di uno show”.
 
Il BFC ha sottolineato in un comunicato che “è in costante contatto con il governo per comprendere le linee guida e le restrizioni”, anche se l'attuale esecutivo continua a zigzagare nelle sue politiche durante la pandemia. Il BFC ha aggiunto di aver sviluppato la sua strategia alla luce delle “sfide intorno alla circolazione di merci, campioni e persone nel mercato unico e nell'unione doganale post Brexit”.

Burberry - Primavera-Estate 2021 - Womenswear - Londra - © PixelFormula


L'organizzazione ha anche tenuto sondaggi e tavole rotonde con i designer e conversazioni con gli showroom di vendita prima di prendere queste ultime decisioni. Data la probabile continua assenza di buyer stranieri a Londra all'inizio del prossimo anno, il BFC sta lavorando a una campagna incentrata sulle vendite utilizzando la piattaforma della London Fashion Week per raggiungere gli showroom online dei designer e i contatti di vendita fisici.
 
“Mentre l'industria della moda si muove verso un futuro più sostenibile e responsabile, in linea con il neonato Institute of Positive Fashion, il nostro obiettivo è continuare a ridefinire il nostro modello di settimana della moda, abbracciando l'innovazione digitale e tecnologica e offrendo allo stesso tempo idee e soluzioni che funzioneranno per tutte le aziende degli stilisti. Trasferire la LFWM nella LFW a febbraio continuerà a de-generizzare la LFW, consentirà ai designer una maggiore flessibilità nel considerare quale collezione mostrare e quando farlo, e ridurrà al minimo le necessità di spostamenti e viaggi, portandoci un passo più avanti verso un futuro maggiormente sostenibile”, ha affermato Caroline Rush, la Chief Executive del BFC.
 
Il passaggio del BFC alle stagioni senza genere è iniziato quest'estate, che ha anche coinciso con il ben accolto rinnovamento della sua piattaforma online, tramite la creazione di un Official Digital Hub che consente a rivenditori, media e consumatori di visualizzare e acquistare le collezioni.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.