×
1 475
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Il beauty maschile vale 50 miliardi di dollari a livello globale

Di
Ansa
Pubblicato il
today 10 dic 2018
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

A livello di tendenza mondiale sempre più gli uomini si avvicinano al beauty, curando la pelle, usando prodotti specifici, fino ad usare il make up. Quest'ultimo, che ci piaccia o no, è un trend non più solo legato alle passerelle delle sfilate, come testimoniano le tante linee uomo arrivate sul mercato (da Boy de Chanel all'ultima collezione Dior backstage indicata per uomini e donne, usata ad esempio alla sfilata Dior Homme a Tokyo). Gli uomini trascorrono sempre più tempo allo specchio e ritengono ormai indispensabili fino a dieci cosmetici diversi. Lo riporta il nuovo report globale messo a punto da Euromonitor International dedicato alle cure beauty.

Nella sfilata Dior AI 2019, a Tokyo, i modelli andati in passerella sono stati truccati con un look definito 'cyber chic' - ANSA


L'analisi evidenzia un vistoso aumento delle attenzioni dei maschi per la propria bellezza: le vendite di prodotti beauty per uomini hanno raggiunto i 50 miliardi di dollari e si prevede che saliranno del 16% entro i prossimi due anni.

Aumentano i prodotti cosmetici che lui ritiene indispensabili e se una volta l’uomo si limitava a usare dentifricio, sapone, shampoo, deodorante e schiuma da barba, ora arriva a comprare e a non fare a meno nel proprio beauty case di tanti altri prodotti, fino a 10: per il 95% dei maschi è indispensabile lo shampoo, seguito dal balsamo (oltre il 70%), i prodotti dopo barba (70%), le creme per le mani e gli schermi solari (68%), i detergenti per il viso, i prodotti pre-rasatura e i trattamenti per la cura dei capelli (65%). Seguono i prodotti per lo styling delle chiome (63%) e gli idratanti per il corpo (61%).

Il 40% degli uomini lava i capelli tutti i giorni e un quarto della popolazione maschile mondiale usa ogni giorno detergenti specifici per il viso al posto della saponetta. Gli italiani sono complessivamente gli europei più interessati alle cure estetiche che associano ad un maggiore fascino e per noi essere glamour pare essere sempre più importante.

Ma siamo in buona compagnia: in Brasile il maschio spende 48 minuti al giorno per la cura di pelle e capelli , usa in media 4,9 cosmetici al giorno e si preoccupa per i punti neri del viso (39%) e per i capelli grassi (27%). In Russia l’uomo è più veloce: spende 28 minuti al dì allo specchio, usa almeno 2 prodotti beauty al giorno e si preoccupa soprattutto per i capelli grigi e le rughe. I maschi del Nord America spendono circa 48 minuti per lo skincare, usano 4,1 prodotti di bellezza al giorno e controllano soprattutto i punti neri e la caduta dei capelli. Per gli europei il report ha osservato i francesi che spendono 49 minuti avanti allo specchio al giorno, usano almeno 2,8 cosmetici al dì e si angosciano per le macchie scure della pelle e per l’arrivo dei capelli bianchi.

A livello mondiale e senza distinzioni di genere, nel 2018 le vendite di prodotti beauty e per l’igiene personale sono cresciute del 6% salendo oltre i 460 miliardi di dollari.
 
E gli italiani? Sono complessivamente gli europei più interessati alle cure estetiche che associano ad un maggiore fascino e per noi essere glamour pare essere sempre più importante, si legge nel report.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.