Il Veneto investe nella moda, 600 mila euro per progetti formazione

La Giunta regionale del Veneto ha approvato il bando "FormaModa" che finanzierà, con 600 mila euro provenienti dai fondi POR FSE 2014-2020, Asse I "Occupabilità" e Asse III "Istruzione e Formazione", progetti per la realizzazione di percorsi di formazione nel settore moda, con particolare attenzione alla produzione artigianale di elevata qualità, alla creazione e vendita di beni e prodotti del comparto del lusso.


Lo rende noto il portavoce del Tavolo Veneto della Moda, Pier Giorgio Silvestrin, Presidente di Federmoda CNA Veneto, esprimendo soddisfazione "per l'attenzione che la Regione, in particolare l'assessore Elena Donazzan, ha riservato alle nostre proposte traducendole in una nuova iniziativa formativa per l'intero Settore Moda veneto, e investendo risorse importanti che sicuramente si tradurranno in un vantaggio per le imprese e per gli occupati. Questa decisione è frutto degli incontri che abbiamo avuto nei mesi scorsi con l'Assessore Donazzan per esporle la 'tensione occupazionale' che esprime in questo momento il comparto. Siamo stati ascoltati e si è imboccata la strada giusta".

Un questionario svolto tra le imprese della filiera moda regionale aveva evidenziato l'esistenza di centinaia di posizioni scoperte (due posti di lavoro per impresa), con punte nella maglieria e nella confezione. Il 56,7% degli imprenditori intervistati è disposto a vagliare candidature di persone con tirocinio, il 33% anche senza. Le imprese inoltre hanno lanciato la proposta di ammodernare le competenze dei lavoratori del sistema moda over 50 anni in Naspi, espulsi dal mercato del lavoro per ristrutturazioni o chiusure, che le aziende del sistema moda, soprattutto quelle medio piccole e artigiane sono pronte ad assorbire.

Le imprese del sistema moda in Veneto assorbono quasi 100 mila addetti, circa il 12% del totale nazionale. Vendono all'estero per oltre 10,2 miliardi di euro, pari al 20% dell'export regionale e al 22% dell'export nazionale di settore. Un terzo è rappresentato dall'abbigliamento, il 27% dalla concia e lavorazioni pelli e il 24% dalle calzature.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Moda - Prêt à porter TessileModa - AltroLusso - AltroIndustryCreazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER