Il ‘Prix LVMH’ 2018 annuncia i suoi 9 finalisti

Dei collettivi creativi, degli specialisti della donna, dell’uomo o della moda unisex… La finale del ‘Prix LVMH’ si annuncia molto diversificata, grazie alla sua selezione di 9 brand con sede a Londra (quattro), New York (due), Parigi, Tokyo e Anversa, scelti dopo le prime due fasi di selezione, l'ultima delle quali, l’1 marzo e il 2 marzo, ha permesso di definire i 20 semifinalisti.

I finalisti del premio - LVMH

“La qualità e il livello di questa quinta edizione del ‘Prix LVMH’ hanno reso difficile la scelta dei nostri esperti. Quindi abbiamo ampliato la selezione della finale a nove creatori invece di otto, perché molti candidati avevano raccolto lo stesso numero di voti”, spiega in un comunicato Delphine Arnault, responsabile del concorso, che evidenzia la diversità di questo panel, “con due marchi che propongono collezioni donna, due che creano linee uomo, due che fanno sia collezioni da uomo che da donna e tre che propongono capi unisex”.
 
Da segnalare tra i finalisti la presenza dello scozzese Charles Jeffrey, che era già presente nella semifinale del premio nel 2017. Considerato la nuova promessa della moda britannica (la sua label è distribuita fra l’altro da Dover Street Market, Joyce e Matchesfashion), il giovane stilista-DJ sfila da sei stagioni a Londra con il suo marchio per uomo e donna Charles Jeffrey Loverboy, dallo stile un po’ folle e ispirato all’estetica del clubbing nella East London.
 
Hanno sede a Londra anche il giovane designer Samuel Ross, che viene dalla periferia britannica con una forte impronta streetwear, il quale ha creato la propria etichetta di moda maschile, A-Cold-Wall*, nel 2015, dopo aver lavorato in particolare per Off-White di Virgil Abloh, e il sudcoreano Rok Hwang, che ha creato il proprio marchio di prêt-à-porter femminile, Rokh, dallo spirito classico-contemporaneo, nel 2016, dopo studi alla Saint Martins ed esperienze presso Céline, Louis Vuitton e Chloé.
 
Ultimo nome londinese della selezione è Kwaidan Editions, marchio femminile dall’estetica cinematografica creato tre stagioni fa dalla coppia, sulle scene come nella vita, formata dalla francese Léa Dickely e dallo statunitense-vietnamita Hung La.
 
Altro finalista francese è Ludovic de Saint Sernin. Dopo tre anni da Balmain sotto la direzione di Oliver Rousteing, lo stilista di 27 anni, che si divide tra Londra e Parigi, ha lanciato nel 2017 una linea unisex con il suo nome che celebra il corpo maschile con una visione alquanto personale.
 
Gli ultimi quattro finalisti sono Botter, Doublet, Eckaus Latta e Matthew Adams Dolan. Il primo, Rushemy Botter, originario di Curaçao, ha vissuto una gran parte della propria vita nei Paesi Bassi, e poi ha lanciato il proprio marchio di moda ad Anversa con Lisi Herrebrugh, dominicana per parte di madre e di padre olandese, proponendo uno stile elegante attraversato da influenze caraibiche.
 
Il secondo, il giapponese Masayuki Ino, ha creato nel 2012 a Tokyo il brand Doublet insieme a Takashi Murakami. Un marchio streetwear unisex che realizza abbigliamento ready to wear, scarpe e accessori, confezionando prodotti basici e ordinari modificati per apportargli una sfumatura di stranezza.

I look presentati dai nove finalisti - LVMH

Infine, Eckhaus Latta è un marchio statunitense per uomo e donna che presenta un guardaroba allo stesso tempo cool e minimale, creato nel 2011 da Mike Eckhaus e Zoé Latta, mentre lo statunitense Matthew Adams Dolan propone con il suo marchio unisex una moda che s’ispira allo sportswear tradizionale americano, ma ponendo l’accento sul denim.
 
Questi giovani talenti incontreranno la giuria per l’ultima volta il 6 giugno prossimo alla Fondazione Louis Vuitton a Parigi, che designerà il giorno stesso il successore della creatrice francese Marine Serre, che ha vinto il Prix lo scorso giugno. Il vincitore si assicurerà la bella somma di 300.000 euro e beneficerà per un anno di un mentoring di monitoraggio personalizzato all'interno del gruppo di lusso.
 
Tre giovani laureati di scuole di moda riceveranno invece 10.000 euro e potranno entrare nello studio stilistico di uno dei marchi del gruppo LVMH. Un premio ancora aperto alle candidature fino al 15 maggio.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroCreazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER