Il Portogallo si distingue con un'offerta di moda d'avanguardia

Lo scorso gennaio il Portogallo era la nazione invitata speciale del Pitti Uomo. Trampolino commerciale e generatore di visibilità sulla scena internazionale, il salone fiorentino punto di riferimento in materia di moda maschile ha consacrato il Portogallo grazie a questa scelta. Storicamente percepito come un Paese focalizzato sulla produzione e sulle materie prime, il Portogallo non era molto noto per la sua creatività. Oggi però la nazione iberica è arrivata a giocare in Serie A e i suoi giovani stilisti hanno un grande potenziale. FashionNetwork.com si è recato a ModaLisboa, la Settimana della Moda organizzata a Lisbona in marzo, per scoprirli.

Due outfit di Filipe Augusto presentati nell'ambito della piattaforma Workstation - ModaLisboa

Prima fermata: Workstation. Il giorno prima dell’inizio della 52a edizione della Fashion Week portoghese ModaLisboa, questa piattaforma permetteva di scoprire quattro stilisti emergenti che presentavano le loro collezioni nelle Carpintariasde São Lazaro, in uno spirito di performance artistica che si colloca all’opposto delle sfilate in passerella tradizionali. Per il resto della settimana, le altre sfilate si sono tenute al Pavilhão Carlos Lopes. Filipe Augusto, che l’anno scorso ha vinto il concorso “Sangue Novo” (il trampolino di lancio dell'evento riservato ai giovani stilisti di moda), ha nuovamente conquistato gli astanti con una linea maschile che evoca tradizione e artigianato locale. Una collezione eseguita magistralmente, che ha messo in primo piano quadretti e abiti dall’aria femminea, ricordando l'atmosfera delle scuole cattoliche.
 
Come ogni anno, “Sangue Novo” ha dimostrato di essere un pool interessante di novità e proposte, un vivaio che ha rivelato una nuova generazione di creatori moda più attratti dall’arte e dalla ricerca creativa attorno ai materiali e ai tessuti che da una volontà commerciale o dalla semplice creazione di un brand. Fluxo 19 è stata riconosciuta come la collezione con il più alto potenziale all'estero, e il suo creatore, il britannico Archie Dickens, ha vinto il premio della distribuzione di The Feeting Room, un concept store d’alta gamma con negozi a Porto e Lisbona. Specialista della maglieria e formatosi al Chelsea College of Art, lo stilista esplora il movimento attraverso delle maglie in rilievo ed è riuscito a catturare l'attenzione dei compratori presenti.

Constança Entrudo - Autunno-Inverno 2019 - Collezione Donna - Lisbona - ModaLisboa

Ma la maggiore sorpresa della Settimana della Moda di Lisbona è venuta da Constança Entrudo, nello spazio industriale The Warehouse. Laureatasi alla famosa scuola londinese Central Saint Martins, la stilista formatasi sulle tracce di Marques Almeida e Peter Pilotto oggi lavora per Balmain, a Parigi, e si è lanciata nella creazione del marchio che porta il suo nome nel 2017. Con tessuti e stampati fatti a mano e ispirata alla visita compiuta presso un vecchio laboratorio di ricamo a Madeira, la sua nuova collezione unisex trasuda la ribellione e la freschezza tipiche di un talento emergente. I punti chiave della sua proposta: colori e ispirazioni anni '70, messi in evidenza da tagli sinuosi e audaci mix di materiali.
 
Al Pavilhão Carlos Lopes, che ospitava le sfilate restanti della Fashion Week, il giovane stilista David Ferreira ha nuovamente imposto la sua visione dell’alta moda che ha già sedotto numerose celebrità internazionali. Formatosi sotto la guida di Iris Van Herpen, lo stilista ha un debole per i volumi e le trame complesse, e si pone a metà strada fra Maria Antonietta e Lady Gaga.
 
Invece, il marchio di streetwear maschile Nycole, proveniente dalla piattaforma Portugal Fashion, si è ispirato all’opera del DJ Rival Consoles. Le linee sportswear e i capi in maglia hanno nuovamente fatto della stilista Tânia Nicole la protagonista della scena dopo il suo passaggio al Pitti Uomo lo scorso inverno.

David Ferreira - Autunno-Inverno 2019 - Collezione Donna - Lisbona - ModaLisboa

Infine, nessuno avrebbe potuto perdere la presentazione di un grande habitué di ModaLisboa: Luis Carvalho ha ripetuto la sua operazione di seduzione con una sobria collezione mista ispirata all’opera dell’artista digitale Matthieu Bourel. Una proposta solida e matura che piacerà sicuramente all’estero. Il successo di Luis Carvalho gli è già valso il soprannome di “Jacquemus portoghese”!
 
Lungi dall'inseguire i grandi marchi internazionali e le idee commerciali, la Fashion Week di Lisbona si è svolta in contemporanea con l’inaugurazione dell’esclusivo concept store Tem-Plate. Uno spazio che dovrebbe diventare la boutique di lusso di riferimento della capitale portoghese, situato nel cuore del quartiere di Marvila, il Soho di Lisbona, che un tempo ospitava fabbriche e magazzini. La capitale del Portogallo ha la ferma intenzione di diventare hype e per farlo si è dotata di un’offerta di moda autentica e originale.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Industry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER