×
1 663
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Retail Area Manager Piemonte/Liguria/Lombardia
Tempo Indeterminato · TORINO
ANONIMA
ww Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Digital Client Development Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ORIENTA SPA
General Manager - Bolzano
Tempo Indeterminato · BOLZANO
ANTONIOLI S.R.L.
SEO & SEM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Sustainability Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
12 dic 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

ICE/Prometeia: dal 2020 scambi mondiali in crescita del 2,4%

Di
Ansa
Pubblicato il
12 dic 2019

A partire dal 2020 gli scambi mondiali sono stimati in crescita del 2,4% su base annua, in accelerazione dall'1,2% toccato nel 2019, il secondo livello più basso dell'ultimo decennio, dopo quello del 2016. È quanto emerge dalla presentazione dell'edizione 2019 del Rapporto ICE/Prometeia "Evoluzione del commercio con l'estero per aree e settori".


Per il 2021 il rapporto prevede un ulteriore miglioramento con una variazione annua delle importazioni globali del 3,7%. Già nel 2019, alcuni comparti importanti per la manifattura italiana hanno registrato una crescita dell'import mondiale superiore al dato medio: tra questi, il sistema moda e casa, la chimica farmaceutica e la meccanica. L'elenco dei settori più dinamici si allargherà nel 2020 all'alimentare dove, per esempio nel vino, i dazi statunitensi che colpiscono Francia e Spagna, potrebbero accelerare l'aumento già in corso della quota italiana negli USA, arrivata al 30% nel 2018.

Tra i possibili mercati di sbocco il prossimo biennio vede un ritorno in fase espansiva dell'import cinese e gli Stati Uniti come il secondo mercato mondiale. Altri mercati attrattivi sono India, Vietnam e paesi dell'Africa subsahariana che presentano tassi di crescita a doppia cifra nelle prospettive al 2021.

"L'export resta un key driver per la crescita dell'occupazione, la crescita dell'economia e l'inclusione dei giovani", commenta il presidente dell'ICE, Carlo Ferro. "Direi 'bene ma': bene perché l'export italiano cresce e c'è una prospettiva, ma ancora solo 126 mila imprese italiane su 4 milioni sono esportatori abituali e solo il 12% dell'export nazionale viene dal Sud", aggiunge. Inoltre, sottolinea Ferro, "il primo mercato di esportazione fuori dall'Europa per le nostre imprese sono gli Stati Uniti e su questo mercato stanno arrivando un po' di nuvole con la questione, non solo dei dazi, ma di una politica industriale e commerciale caratterizzata dal protezionismo".

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.