×
1 694
Fashion Jobs
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
is&t Finance Specialist
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile di Produzione- Fashion Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
30 nov 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ian Rogers lascia LVMH, mentre il gruppo del lusso dà una scossa alle sue divisioni digitali

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
30 nov 2020

Il dirigente di origine americana Ian Rogers esce da 24S, la neonata branca di e-commerce di LVMH, il più grande conglomerato di marchi di lusso al mondo, nell’ambito di un grande cambiamento di poltrone nei segmenti della tecnologia digitale e dell’informatica all'interno del gruppo.

Ian Rogers - dr


Rogers, che è entrato a far parte di LVMH provenendo da Apple cinque anni fa, è stato nominato Special Advisor di Bernard Arnault, venendo privato di qualsiasi ruolo operativo. Rogers ha supervisionato il lancio di24S, che inizialmente era stato chiamato, generando un po’ di confusione, 24 Sèvres, ovvero l'indirizzo parigino del grande magazzino della Rive Gauche che fa anch’esso parte dell'impero LVMH.
 
Nel quadro della nuova struttura gestionale, LVMH ha nominato Michael David suo nuovo Chief Omnichannel Officer, e Franck Le Moal nel ruolo di Group IT Director, che sarà il responsabile del team di partnership digitali. Entrambi riferiranno a Toni Belloni, Amministratore Delegato del conglomerato, e… Cardinale Mazzarino del gruppo del lusso.

Parallelamente, Wendy Chan, responsabile del digitale in Asia Pacifico, aggiungerà la supervisione dei media locali alle sue mansioni, e riferirà direttamente a Michael David.
 
In un annuncio interno messo a disposizione di FashionNetwork.com, LVMH ha elogiato Rogers per aver contribuito a far crescere l'e-commerce fino a valere una percentuale a due cifre delle entrate totali, per aver intrapreso progetti ambiziosi nei Data e nell’Intelligenza Artificiale, e per aver costruito relazioni con la comunità di start-up circostante.
 
Rogers avrà ora un incarico nella start-up tecnologica con sede a Parigi Ledger.
 
“Siamo molto grati a Ian per il suo contributo e non vediamo l'ora di continuare a lavorare con lui nel suo ruolo di consulente, compresa la presentazione degli ‘LVMH Innovation Awards’. Ian ci ha aiutato a integrare il digitale più profondamente nelle nostre organizzazioni con una sensibilità ai codici del lusso”, ha dichiarato Bernard Arnault, Presidente, CEO e azionista di controllo di LVMH.
 
Tuttavia, gli osservatori hanno in parte interpretato questa scossa agli organigrammi aziendali come risultato della scarsa performance del più grande progetto Internet autonomo del gruppo, 24S appunto. Sebbene sia stato lanciato con notevole clamore da LVMH, e sia riuscito persino a far debuttare molti dei marchi più prestigiosi del gruppo (come Louis Vuitton) nel retail online, il progetto finora non ha avuto il successo sperato.

Shutterstock


Sin dall'inizio, in particolare, la politica spesso rigida di 24S per le edizioni limitate ha fatto sì che il negozio web sembrasse privo dell’ampia selezione di articoli offerta da suoi dinamici rivali come YNAP, Matches o MyTheresa. Inoltre, i suoi editoriali online, che comprendevano degli street casting in quartieri classici di Parigi, si sono rivelati niente più che pittoreschi, quasi antiquati, troppo old-fashioned.

Sebbene in genere il gruppo non comunichi mai i risultati annui di nessuno dei suoi oltre 70 marchi, appare rivelatorio il fatto che, nonostante le ripetute richieste di FashionNetwork.com, LVMH non abbia mai reso disponibili i dati di vendita di 24S.
 
In effetti, la mancanza di crescita di 24S è sembrata solo aggravare ulteriormente l’opinione di Bernard Arnault sui pure player online, persino su Amazon. Parlando a una riunione di analisti e media nella sede di LVMH nel gennaio 2019, l’imprenditore francese sospirò: “Stanno tutti perdendo soldi… Non è un buon segno. E più grandi diventano, più soldi perdono. Ci è stato chiesto più volte di partecipare a questi business, e io ho sempre detto di no”.
 
“Usano i loro database per connettere i clienti ai venditori e prendono una percentuale, che li porta… a vendere prodotti contraffatti e quindi ad essere legati in un certo modo alla criminalità organizzata, perché i siti che vendono prodotti contraffatti sono finanziati dalla criminalità organizzata o addirittura dal terrorismo”, si schiarì rumorosamente la gola un indignato Arnault, l'uomo più ricco d'Europa che, a seconda degli andamenti delle Borse, occasionalmente supera Jeff Bezos come uomo più ricco del pianeta.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.