ITS 2016: ai blocchi di partenza la 15ma edizione

Alla vigilia di International Talent Support (ITS) 2016, l'emozione è palpabile a Trieste, dove venerdì 15 luglio debutta il concorso per giovani stilisti, che si chiuderà sabato 16 luglio con la sfilata finale serale e l'assegnazione dei premi.

La giuria del concorso dell’International Talent Support di quest'anno - ITS2016

Questa annata si preannuncia come molto speciale, perché la manifestazione creata da Barbara Franchin nel 2002 festeggia la 15ma edizione.

Per celebrare questo anniversario, gli organizzatori hanno lanciato un'applicazione dedicata e trasmetteranno per la prima volta in diretta lo show finale tramite una partnership con il quotidiano locale “Il Piccolo”.

Inoltre, hanno annunciato per la prima volta la presenza all'evento dei principali rappresentanti delle istituzioni della moda italiana, come il sottosegretario allo sviluppo economico Ivan Scalfarotto, il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) Carlo Capasa, il direttore della divisione “Tutorship” di Pitti Immagine, Riccardo Vanetti, e la presidente di AltaRoma, Silvia Venturini Fendi.

"L'Utopia" è il tema principale della 15ma edizione del concorso ITS - ITS2016

Da notare anche la presenza in giuria, per la prima volta, di Marie-Claire Daveu, la direttrice dello sviluppo sostenibile del gruppo Kering, e ancora della stilista di moda Iris Van Herpen. Quest'anno ci saranno anche il direttore artistico di Diesel, Nicola Formichetti, e anche Demna Gvasalia, il fondatore-stilista di Vetements e DA di Balenciaga.

Per la prima volta nella sua storia, ITS terrà anche una conferenza stampa per raccontare l'evoluzione della creatività e la sua visione del mondo in questi ultimi 15 anni e per fare il punto sul peso economico che ha oggi la moda.

Il tema di quest'anno di ITS è “L’Utopia”. Una quarantina di stilisti in erba provenienti da 22 Paesi sono stati selezionati per la finale. I creativi saranno divisi nelle quattro categorie del concorso: moda, accessori, bijoux e arte.

Le quattro competizioni sono sponsorizzate rispettivamente dal gruppo di moda di Renzo Rosso OTB, dal giapponese YKK, da Swarovski e da Swatch, i partner principali della manifestazione. I vincitori si divideranno un montepremi totale di 100.000 euro complessivi.

Justin Smith, a destra, e il copricapo che ha realizzato per Angelina Jolie - ITS2016

Quest'anno sarà assegnato per la seconda volta il “Generali Special Award”, che premia la completezza del percorso effettuato da un ex finalista dell'ITS che si è distinto per capacità di innovazione e per raggiungere l'equilibrio fra creatività e attività imprenditoriale.

Dopo Aitor Throup l’anno scorso, il vincitore 2016 è Justin Smith, finalista dell'ITS nel 2007. Il designer, specializzato nei cappelli, ha lanciato il proprio brand nel 2007, J Smith Esquire, collaborando anche con alcuni grandi nomi della moda, come Stella McCartney, Moschino, Manish Arora e Aganovich.

Questo eclettico modista, famoso come artista che spinge sempre oltre i propri limiti, ha anche concepito numerosi copricapi per la “Settima Arte”, come quello a corna indossato da Angelina Jolie in “Maleficent”.

Dominique Muret (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Creazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER