IEG: da nuovo CdA accelerazione verso quotazione

Il CdA di Italian Exhibition Group, la società nata dall'unione delle Fiere di Rimini e Vicenza, nel corso della seduta del 7 maggio, ha ampiamente affrontato il tema della possibile operazione di quotazione delle azioni della Società.

Il CdA di IEG - Facebook/IEG

L'ulteriore significativo passo consiste nel completamento della selezione del team di consulenti per l'IPO (Initial public offering) previsto dai regolamenti di Borsa Italiana. La figura cruciale nell'ambito di questo team - spiegano da IEG - è quella dello “sponsor” che, come avviene nella maggior parte dei casi, svolgerà probabilmente anche il ruolo di coordinatore globale dell'offerta (Global Coordinator) con anche il compito e l'impegno di collocare sul mercato i titoli della Società che verrà quotata.

Già durante la prima riunione dello scorso 27 aprile, il CdA aveva, tra le varie deleghe, affidato all'AD Ugo Ravanelli l'incarico - in precedenza mai assegnato - di gestire e/o coordinare tutte le attività e relazioni con consulenti, advisor e operatori finanziari nell'ambito del piano di apertura della società ai mercati finanziari e azionari con l'obiettivo di valutare la possibile quotazione della Società su mercati regolamentati da Borsa Italiana.

Nei prossimi giorni, quindi, verrà attivata dall'AD la classica procedura per giungere all'allocazione degli incarichi (beauty contest), avendo quale punto di partenza i risultati emersi da una pre-selezione svolta dal precedente Consiglio di Amministrazione che aveva affidato tale compito, che si è positivamente concluso, al team composto dal vice presidente Matteo Marzotto, dai consiglieri Daniela Della Rosa e Lucio Gobbi e dal CFO Carlo Costa.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

GioielleriaBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER