IC Companys vende altri quattro brand

Tappa importante per IC Companys nella sua strategia di focalizzazione sul segmento premium. Il gruppo danese ha infatti ceduto ancora una volta alcuni marchi di proprietà, riuniti nel suo polo di media gamma.
InWear, primavera-estate 2014

Dopo Jackpot e Cottonfield nel 2013, stavolta sono stati i marchi InWear, Matinique, Part Two e Soaked in Luxury ad essere venduti. Ed è un altro gruppo danese di prêt-à-porter, DK Company, ad esserseli assicurati.

IC Companys aveva annunciato nel 2013 la ristrutturazione della sua divisione di media gamma attorno a questi 4 brand, allo scopo di renderla più redditizia. Il primo semestre, chiuso lo scorso 31 dicembre, aveva in effetti permesso di raddoppiare il risultato operativo, passato da 1,5 milioni di euro a 2,8 milioni di euro, soprattutto grazie a varie chiusure di negozi. Tuttavia, il fatturato dell'insieme aveva continuato a contrarsi (-16% nei primi 6 mesi).

Specialista del segmento medio di gamma, il gruppo DK Company, che detiene in particolare i marchi Blend, B.Young e Denim Hunter, spera di rilanciare le vendite attraverso la sua expertise.

IC Companys va dunque a concentrarsi nuovamente sui suoi tre marchi premium, il leader outdoor Peak Performance e le griffe di moda, che sono By Malene Birger e Tiger of Sweden. Gli restano ancora altri due brand, Saint Tropez e Designers Remix, la cui attività è stata "isolata" dal resto del gruppo. Sì, perché IC Companys sta pensando seriamente alla possibilità di effettuare altre cessioni.

Anaïs Lerévérend (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Distribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER