IAAD: gli studenti sfilano alla prima Settimana della Moda di Torino

Saranno gli studenti e i docenti del Corso di Laurea in “Textile and Fashion Design” dello IAAD di Torino (Istituto d'Arte Applicata e Design) tra gli attori principali della prima Fashion Week torinese organizzata da TModa dal 27 giugno al 3 luglio presso l’ex area industriale di Mirafiori in Corso Settembrini 164, location che ha fatto la storia dell’auto e del design torinese e che oggi diventa sede di una nuova era per la moda.

Un momento della sfilata del 27 giugno

La direzione artistica delle sfilate IAAD è stata curata da Giuseppina Di Paola e Andrea Bruno, rispettivamente Coordinatore Tecnico e Strategico del Corso di Laurea in “Textile and Fashion Design” di IAAD, che hanno selezionato i 20 stilisti che hanno già sfilato nella serata del 27 giugno e che lo faranno di nuovo il 2 e 3 luglio. Fil rouge dei tre appuntamenti contaminazione, sperimentazione e continuità.

Il progetto consiste in una collezione che parte dai tessuti forniti dal Lanificio Botto Giuseppe e Figli di Biella e della Tessitura Valli Carlo di Como, quindi tessuti della tradizione italiana, quasi sempre molto classici e spesso maschili, contaminati da nuove texture (tessuti verniciati, carta, plastica, fibre innovative) realizzati in via sperimentale dagli studenti dell’Ecole de Condè di Parigi.

Completano la collezione due capi realizzati in collaborazione con “TheColorSoup”, nuova e innovativa piattaforma on line che stampa il tessuto preferito, di 'Miroglio Innovation Program' del Gruppo Miroglio di Alba (CN). Il gruppo cuneese, che può vantare oltre 60 anni di esperienza nel settore tessile-abbigliamento, ha deciso di investire sul talento e sull’entusiasmo del team affidando lo sviluppo della start up ad H-Farm, piattaforma digitale nata con l’obiettivo di aiutare giovani imprenditori nel lancio di iniziative innovative e supportare la trasformazione delle aziende italiane in un’ottica digitale.

www.iaad.it/fashion-textile

Nelle tre serate si succederanno in passerella designer e stilisti portatori di una concezione innovativa e sperimentale della moda: Lungotavolo, Martina Bruna e Giulia Soldà, Feelomena, Monica Insalata, Fulvio Luparia, MH Design, Lapi, Bekka, Marika Guida, Born in berlin, Hanselgretel, Dana Design, Fabio Porliod, Stefania P., Claudine Vincent, Maria Teresa Grilli, Aline Sanches, Alberto Audenino. La collezione di Walter Dang chiuderà la Fashion Week torinese.

“Il nostro obiettivo era inserire il corso IAAD in un concreto contesto di moda e con la presenza della stampa specializzata. È un’ottima occasione per la nostra università poter avere un ruolo attivo nello sviluppo e nel recupero dell’immagine di Torino Moda, un’identità che nel tempo è andata scomparendo, ma che negli anni ’60-’70 ha portato al nostro territorio un indotto importante e nomi altisonanti nel panorama del fashion di quell’epoca”, conclude Laura Milani, Direttore IAAD.

Ricordiamo che la Tessitura Carlo Valli S.p.A. è un’azienda fondata nel 1933 dai fratelli Paolo e Carlo Valli ai quali si sono succeduti negli anni il fratello Augusto, i figli e i nipoti. Nel 1980 l'azienda si è trasformata in società per azioni. Ha al suo interno un reparto di orditura e incorsatura completamente automatizzata che garantiscono un tempestivo “cambio articolo", ed è azionista di maggioranza di una tintoria e partecipante in altre due nel territorio comasco d'origine.

Un abito della sfilata del 27 giugno

La Botto Giuseppe e Figli S.p.A. nasce invece nel 1876 a Vallestrona (VB) dall'iniziativa dell'operaio tessile Giuseppe Botto e oggi è guidata da esponenti della terza e quarta generazione della famiglia Botto. Oggi l'azienda si occupa della progettazione, realizzazione e commercializzazione di tessuti e jersey per donna e uomo, in pura lana e mista con altre fibre nobili, filati per maglieria, aguglieria e tessitura ed una divisione accessori in cashmere e seta.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Sfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER