I saloni della 2a sessione parigina: tanti appuntamenti da non perdere

29 set 2010 - Durante la Fashion Week parigina, i saloni della moda presenteranno il must in termini di creatività e stile. Il loro obiettivo? Proporre un offerta creativa di alta gamma, ma soprattutto sorprendente e inattesa, per attrarre compratori di tutto il mondo. Ecco di seguito una piccola rassegna degli appuntamenti da seguire.


Il salone Atmosphere's alle Tuileries

Il Giardino delle Tuileries ospiterà diversi eventi di riferimento in materia di moda e accessori, vero e proprio piatto forte di questa seconda sessione di saloni. Così, Atmosphere’s (dall'1 al 4 ottobre), ospiterà 130 brand di 15 diverse nazionalità. L'attenzione sarà rivolta particolarmente agli Stati Uniti, alla Spagna e al Giappone, con tre showroom d'avanguardia. “Edité”, proveniente da New-York, presenterà tre stilisti americani della generazione emergente: The Twentyten, Kahrianne Kerr e Nyla Noor. Con “Nest Barcelona”, spazio ai designer della fashion week spagnola: Lola Cuello, Parnasse e Myriam Ponsa. Infine, la nuova generazione giapponese sarà presente con Adawa S, Aphorism, Bilitis, Boussole, Everlasting Sprout, Garde Collective, Kino e ancora Yoshi Yoshi by PJ.

Proprio di fronte al Giardino delle Tuileries si trova Première Classe (dall'1 al 4 ottobre), punto di incontro del lusso e della creazione, che mira ad una distribuzione esclusiva internazionale. Oggi più che mai il salone é attento all’evoluzione della distribuzione, ma ha anche fattivamente evoluto la propria offerta accogliendo qualche stilista dell'ambito wear, lui che fino ad oggi proponeva solo l'accessorio (borse, calzature, gioielli e bijoux, sciarpe…). Première Classe sarà inoltre ospite all’evento "10 anni di creazione all’IFM" (l'Istituto Francese della Moda), durante il quale si potranno scoprire tutte le proposte del salone affiancate da alcune mostre. Infine, subito dietro al Première Classe ampliato (dall'1 al 4 ottobre), Paris sur Mode riunirà invece una quarantina di brand di moda (fra cui Anniel, Hôtel Particulier, Irène Van Ryb, She’s So…)

Poco più lontano, al Padiglione Cambon, in rue Cambon, Prêt-A-Porter Paris svelerà il suo salone del ready-to-wear High Fantasy, The Box, che ospiterà 120 marchi (tra i quali circa 20 per la prima volta) e avrà come ospite d'onore Jean-Charles de Castelbajac.


Il Palazzo della Borsa a Parigi, che ospita una parte del Tranoï

E proseguiamo dirigendoci verso il Carrousel du Louvre dove troviamo il Tranoï, o almeno una sua parte. Il salone, sicuramente uno dei più imperdibili del mondo, ha ormai “colonizzato” Parigi, con sue estensioni ai quattro angoli della città. Una delle quali si trova appunto al Carrousel, con un centinaio di stilisti "d'avanguardia", come Lou de Beauregard, Sandrina Fasoli, Ragazze Ornamentali, Forte Forte, Lyubov. Si prosegue arrivando al Palazzo della Borsa (Palais Brongniart, in place de la Bourse), storica location del Tranoï, che comprende stavolta più di cento designer "contemporanei", fra i quali Annapurna, AS 29, Bjorg, Ela Stone, Eyedoll, Histoires de parfums, LT-180, Drome e ancora M0851. Nell'Espace Montaigne (al 7 della rotonda degli Champs-Elysées), si potrà scoprire un'offerta ancor più marcatamente di alta gamma. Una quarantina di griffe vi sono attese, fra le quali Atelier Swarovski, Dice Kayek, La Petite S*****, Cristiano Burani.

Infine, ultimo nato della famiglia, il Tranoï Showroom, che si svolgerà dall'1 al 6 ottobre al Parc Royal nel Marais. Presentato come lo spazio più "confidenziale", vi si troverà una selezione eclettica di brand di prêt-à-porter ed accessori, come Charlie My Love, Camille de Dampierre o Blum, e rappresenterà anche l'occasione per scoprire delle proposte inedite di stilisti e creativi stranieri. In questa sessione, saranno presentati 10 designer tedeschi sotto la label "Berlin (+) at the loft". Gli habitué ritroveranno anche i giapponesi di Tokyo Eye. Dopo aver presentato la moda Kawai, la nuova selezione (7 brand di moda e 3 di accessori) strizza l'occhio alle tendenze nipponiche più trendy. Infine, saranno esposti i capi commissionati in esclusiva per il salone a 10 diversi stilisti e marchi.

Non lontano, si trova il passaggio per la galleria Nikki Diana Marquardt, in place des Vosges, dove per la prima volta si terrà il salone Designers & Agents. Dopo New York e Los Angeles, gli organizzatori - Barbara Kramer e Ed Mandelbaum – hanno deciso di sperimentare il mercato francese. Vi interverranno circa trenta brand 100% USA, fra i quali G1, Mary Ping, Goldsign, Calleen Cordero e ancora i profumi Strange Invisible Perfumes e gli occhiali Selima. Marchi di recente fondazione, nati da una nouvelle vague di designer che hanno dovuto fare i conti con la difficile situazione economica d'Oltreoceano di questi anni. In pratica, un'offerta moda che conserva una firma di stilisti di spessore, ma più alla portata e accessibile, nei prezzi come nello stile.

Si arriva poi al garage Turenne col suo salone Capsule. In poche stagioni, la manifestazione è stata in grado di ritagliarsi una sua nicchia importante nella pletora di appuntamenti del fashion. Vi si potranno ammirare circa 60 brand giovani e assolutamente alla moda (Alexandra Cassaniti, Alice Ritter, Gary Graham, Me&Arrow, fra gli altri) per la clientela trendy dei faubourg radical-chic.

Segue un'altra puntatina nel Marais, all'espace Evolution (al 5 di rue Saint-Merri), che per questa stagione accoglie ancora una parte dell'offerta di Rendez-Vous. L’altra si trova all'Atelier Richelieu. In tutto, vi saranno presenti circa 90 marchi di urbanwear e casualchic, fra i quali Fred Perry x Richard Nicoll, Antoni & Alison, Gat Rimon, Stella Pardo, Surface To Air, Sylvia Rielle e Mary Meyer.

Ritorniamo in place Vendôme con la seconda sessione di MeMy Mode, il grande "showroom" organizzato da Mariel Gamboa. Nel marzo scorso, l’ex Tranoï apriva la prima edizione con una trentina di marche di alta gamma. La proposta resta la stessa, con la selezione primavera-estate 2011. Sempre nello spirito di un concept store XXL, 35 brand, dal prêt-à-porter agli accessori, saranno in prima fila nei saloni del Ritz; fra loro Yvonne S, Leny, Core Spirit, Jen Mascali e Alessandra Rich.

Il salone Zip Zone per finire, è organizzato all'interno del Museo delle Arti Decorative al 103 di rue de Rivoli, dove si potranno trovare marchi come Saro o Giles, il marchio del nuovo AD di Ungaro, Alberto Annibali. Il Vendôme Luxury utilizza invece tre hotel: il Meurice, il Park Hyatt e l'hotel d'Evreux. Il Workshop poi, in programma dal 30 settembre al 3 ottobre, è frazionato tra l’hotel Regina e il Cercle Républicain, proprio nel cuore della Parigi al centro del mondo Fashion di questa settimana.

Di Céline Vautard e Emilie-Alice Fabrizi (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Saloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER