×
1 325
Fashion Jobs
NUOVA TESI
Responsbaile Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · MODENA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Commerciale & Marketing (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
Di
Ansa
Pubblicato il
7 giu 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

I Big del lusso volano in Borsa

Di
Ansa
Pubblicato il
7 giu 2021

I titoli delle grandi multinazionali europee del lusso volano in Borsa, facendo segnare record storici, dopo che la crisi da Covid 19 non le aveva colpite troppo sui conti e comunque per breve tempo. In parallelo crescono le capitalizzazioni, alcune alle stelle.

@dior


Esempio clou è Lvmh, con un balzo a 328,69 miliardi, ben 70 miliardi in più rispetto ai 258,18 miliardi di fine gennaio, quindi in poco più di quattro mesi. Il titolo del gruppo di Bernard Arnault ha chiuso la settimana scorsa a Parigi a 651,2 euro (-0,4%) e in settimana ha fatto registrare anche il suo record assoluto, a 660,6 euro. A gennaio era a 525,3 euro.

Andamento analogo per Richemont, che ha raggiunto una capitalizzazione di 65,17 miliardi di franchi svizzeri (oltre 59 miliardi di euro), quindi con un salto di oltre 16 miliardi di franchi da gennaio di quest'anno, quando era a 49 miliardi. Il titolo della holding di Ginevra dell'alta orologeria e gioielleria, con marchi come Cartier, ha terminato la settimana a 113,5 franchi (+0,1%), anche questo un record storico, da confrontare con i massimi di gennaio, a 85,8 franchi.

Performance in linea quella dell'altro gruppo francese, Kering, che ha raggiunto una capitalizzazione di 91,97 miliardi di euro, salendo di quasi 24 miliardi rispetto ai 68 di gennaio, e anche in proporzione ai circa 70 di ottobre 2020. Il titolo ha terminato la settimana a Parigi a 735,7 euro (-0,7%), dopo che a fine maggio ha segnato il record storico di 750,4 euro: ben al di sopra dei 544 euro di fine gennaio e anche dei 623,5 euro di metà novembre 2020.

Lo stesso per Hermes International, con la capitalizzazione salita a 122,3 miliardi di euro, quasi 20 miliardi in più dei 92,43 di fine gennaio. Il titolo ha finito la settimana in Borsa a Parigi a 1.158,5 euro (+0,3%), molto oltre gli 897 euro di metà gennaio, mettendo in archivio un record storico in settimana, a 1.160,5 euro.

Alla spinta d'inizio anno, data dalla ripresa cinese e da un buon esordio per la stagione degli utili, come evidenziato da una serie di analisti, adesso si aggiungono le riaperture dai lockdown della pandemia in una serie di altri Paesi. Fermo restando, come gli analisti sottolineano, il forte contributo della clientela cinese, giovane in particolare, e dell'online.

Colossi a parte, passi in avanti si registrano anche per altri gruppi del lusso. Prada, che a fine gennaio aveva una capitalizzazione di 12,7 miliardi, ha raggiunto i 13,68 miliardi, senza ritoccare di molto il valore del titolo, che ha chiuso la settimana a 5,3 euro (-2,8%) a Francoforte, dopo avere registrato un picco a 5,2 euro il 5 gennaio. In crescita a 3,26 miliardi la capitalizzazione di Ferragamo rispetto ai 2,7 di fine gennaio. Il titolo ha finito la settimana a 19,32 euro (+0,2% a Milano), quindi sopra i 16 euro di fine gennaio. Deciso passo in avanti per Moncler a 15,95 miliardi di capitalizzazione, rispetto ai 12,5 di fine gennaio. Il titolo ha concluso la settimana a 58,3 euro, ben oltre i 48,6 euro di fine gennaio e anche ai 50,3 euro di fine dicembre 2020. In settimana peraltro ha segnato il record storico di 58,9 euro.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.