×
1 604
Fashion Jobs
LABO INTERNATIONAL
Export Business Development Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Manager - Lombardia e Sicilia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · RIMINI
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · SALERNO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
8 gen 2015
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

I 30 'Best dressed men' scelti da "GQ Italia"

Di
Ansa
Pubblicato il
8 gen 2015

Che cos'è oggi l'eleganza maschile? Qual è il criterio per definirla: il modo in cui un uomo si veste oppure il suo pensiero, il suo comportamento? Un originale indagine condotta dal mensile "GQ Italia", punto di riferimento dello stile maschile, nel numero di gennaio individua i nomi dei trenta uomini più eleganti d'Italia, scelti tra artisti, designer, sportivi, cantanti e imprenditori, in un mix sorprendente e non scontato.

Fabrizio Gifuni sulla copertina di "GQ Italia" - Foto: Ansa


Da Stefano Rodotà a Barnaba Fornasetti, da Franco Battiato a Michele De Lucchi, da Alessandro Garrone ad Andrea Pirlo, Costantino della Gherardesca e Vincenzo Nibali, l'eleganza non si esaurisce alla pura apparenza, all'essere uomini “distinti” e “ben vestiti”.

E dunque uomini di cultura, dall'eleganza profonda e ormai naturale; uomini di sport, ma solo se di ferro; uomini appartenenti ad antiche casate storiche, che hanno re-interpretato le proprie radici in una forma personale, inedita; rari uomini d'azienda e di finanza, scelti per la loro umanità discreta.

Simbolo di questa eleganza, di indole soprattutto, è Fabrizio Gifuni. Grande interprete di film (è stato l'impeccabile imprenditore brianzolo ne Il capitale umano di Virzì) e a teatro (dal 29 gennaio sarà in scena al Piccolo di Milano nella Lehman Trilogy, diretto da Luca Ronconi, a sua volta fra i trenta uomini scelti da "GQ"), Gifuni è il protagonista della doppia copertina del mensile maschile di Condé Nast.

I trenta uomini più eleganti d’Italia sono:

Gilberto Arrivabene Velenti Gonzaga: il conte, designer di accessori per la casa, ha come mission quella di ridare vita alle belle cose di una volta con un piglio contemporaneo;

Franco Battiato: un po’ maestro un po’ vecchio saggio ma mai antico nella sua arte;

Francesco Vitale Barberis Canonico: ama aggiungere un tocco di eccentricità al classico, perché un abito deve raccontare quello che si vuol fare sapere di sé;

Barnaba Fornasetti: sempre impeccabile nella sua stravaganza, sembra un elegante signore d’altri tempi nel cui guardaroba non manca mai un cappello per ogni occasione;

Gigi Riva: un eleganza intima, interiore, quella dell’uomo che sa quel che vuole e che sa anche accontentarsi di vincere poco pur essendo una forza spaventosa;

Giovanni Soldini - Foto: Ansa


Giovanni Soldini: è il velista. Un vincitore. Impeccabile manager di se stesso;

Luca Ronconi: il gran signore in barba e capelli bianchi del teatro italiano, sempre con la classe dell’intellettuale senza cravatta;

Luca Guadagnino: il regista di “Io sono l’Amore”. Guadagnino rimane sempre fedele a se stesso;

Alessandro Garrone: sotto la divisa da manager batte un cuore anche verde. E’ lui il fautore della trasformazione della sua azienda da operatore leader della raffinazione a gruppo leader delle energie rinnovabili;

Luigi Ontani: è lui, indiscutibilmente, uno degli ultimi autentici eccentrici viventi;

Cesare Cremonini: è soprattutto una questione di modi, il suo buon gusto traspare dalla umiltà e gratitudine;

Claudio Santamaria: stile soprattutto nella scelta dei film da interpretare;

Claudio Santamaria - Foto: Ansa


Andrea Lissoni: tono basso di voce e piuttosto schivo con il suo fare riflessivo e pacato, riuscirebbe a convincervi che la terra è quadrata. E’ riuscito in poco tempo a trasformare Hangar Bicocca di Milano in uno spazio espositivo di successo;

Gelasio e Giovanni Gaetani D’Aragona: appartengono a due rami diversi della stessa casata, ma condividono un’attitudine naturale per lo stile;

Vincenzo Nibali: ciclista che ha deciso di vincere da sportivo che rispetta i suoi avversari. Paladino del no doping e della “pulizia”, in uno sport troppo spesso sporco;

Michele De Lucchi: il segreto del suo successo sta in due parole: semplicità e funzionalità;

Sandro Veronesi: incarna la regola aurea dell’eleganza: L’importante e essere e sentirsi, sempre a proprio agio;

Lorenzo Richelmy: sia con gli abiti di scena sia nei suoi abiti della vita privata non riesce a non avere una sua particolare, indefinibile eleganza;

Fabio Gallia: il banchiere italiano che riesce a non apparire ” ingessato” anche quando è in gessato;

Italo Rota: architetto, innanzitutto, ma anche designer e progettista dall’eccentrica sobrietà;

Romeo Castellucci: scenografo e regista teatrale dal sofisticato linguaggio artistico;

Costantino della Gherardesca: la “sprezzatura” e la leggerezza che si è sempre sentito libero di esternare sono state la chiave del suo successo mediatico;

Andrea Pirlo: ”Slow Chic” potrebbe essere il suo motto, Tutto in lui è lento, ponderato e ragionato. Pirlo ha un’eleganza naturale che fa ricredere sulla lentezza;

Stefano Rodotà: la coerenza con cui sceglie ciò che indossa gli conferisce una pacata morbidezza che sembra sempre irradiarsi da lui;

Claudio Marchisio: soprannominato ”il Principino” perché a lui bastano una T-shirt bianca e un paio di morbidi pantaloni neri per essere elegantissimo;

Mauro Porcini: Chief Design Officer della PepsiCo dice che con passione, visione, ottimismo e curiosità i sogni possono diventare realtà;

Nico Vascellari: agitatore di folle, frontman, artista visivo, performer. Il suo motto, quanto a stile, può essere ”dress to impress”;

Lorenzo Cherubini: dagli esordi in chiodo e scarpe da basket, il ragazzino ha lasciato il posto all’uomo e musicista raffinato dallo stile impeccabile.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Moda
Sport
People