House of Fraser passa a Sports Direct per 90 milioni di sterline

Il grande magazzino britannico House of Fraser, fondato a Glasgow, in Scozia, 169 anni fa e poi ampliatosi in tutto il Regno, ha alzato bandiera bianca avviando formalmente, dopo una prolungata agonia, la procedura di amministrazione controllata.

Reuters

In suo soccorso è arrivata la catena di articoli sportivi che fa capo al magnate Mike Ashley, Sports Direct, che l'ha rilevata per 90 milioni di sterline (circa 100 milioni di euro), con i 52 negozi superstiti del suo network commerciale (inclusi il flagship di Oxford Street e il lussuoso punto vendita all'interno di Harrods a Londra) e con il suo intero stock.

Sports Direct, che si è impegnato a rimborsare i clienti singoli che avevano ordini in sospeso, non è tuttavia tenuto a coprire i debiti contratti con i fornitori da House of Fraser prima dell'acquisizione, ha ricordato la BBC.

In totale il debito è stato quantificato in circa un miliardo di euro, esattamente 884 milioni di sterline, 489 milioni delle quali nei confronti dei fornitori: brand del lusso del settore moda in testa. Ci sono marchi come Giorgio Armani, Gucci, Prada e Mulberry fra i creditori destinati a mettere a bilancio perdite per il collasso del retailer britannico.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

SportLusso - AltroDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER