Hipsteria: da 300 punti vendita in Italia a una diffusione in Europa

La start up di Pesaro Hipsteria, nata circa un anno fa per occuparsi di tutto il mood che circonda la cura della barba, è un brand italiano del tutto innovativo e distintivo, creato dalla mente di Marco Balocchi, imprenditore, figlio d’arte per l'attività di famiglia nelle profumerie “Balocchi e Profumi” di Pesaro, presenti sul mercato dal 1978.
 “L’etimologia della parola ci porta ad “hip”, aggiornato/moderno, e al suffisso “ster”, che indica l’agente, chi fa qualcosa, quindi per estensione il nome è stato scelto per indicare una visione del mondo anticonformista, percepita da un altro punto di vista”, spiega lo stesso Balocchi a FashionMag.

I prodotti principali di Hipsteria

“Non siamo barbieri, ma imprenditori. I nostri punti di forza? Qualità, innovazione e unicità. Tutti i prodotti nascono da una mia esigenza, scattata quando un anno e mezzo fa ho voluto far crescere la barba. La barba non vuole il sale, ma la lanolina, non andrebbe lavata con bagni schiuma o saponi per le mani, ma consultando Internet ho capito ben presto che il mercato era assolutamente inadeguato per queste necessità, offrendo prodotti a prezzi alti e nemmeno specifici. Allora decisi di produrmeli da solo. Il prodotto di Hipsteria per l'idratazione della barba da 250 ml, costa 11,50 €. La barba deve essere idratata, ma la barba del giovane è diversa da quello dei quarantenni e il pelo cresciuto punge.

“Ci rivolgiamo al mercato dei concept store, delle farmacie e delle profumerie di alta gamma, perché la nostra è una qualità altissima”, continua Balocchi. “Per le barbe lunghe utilizziamo un olio siliconico dotato di performance di idratazione come le vuole l'uomo. Poi mi sono reso conto che fra le tante aziende che si sono buttate sul fenomeno del ritorno alla cura della barba e dei barber shops come una volta, visto il loro (colpevole) ritardo hanno prodotto la cera per barba e baffi andando a pescare i contoterzisti che realizzano le cere per capelli, ma nessuno ha considerato che il fiato esce dal naso a una temperatura alta, oltre i 30 gradi, per cui le cere si sciolgono quando si espira. Ecco perché gli appassionati stanno sempre lì ad aggiungere cera alla loro barba. Col nostro chimico abbiamo lavorato un mese per cercare il fissaggio giusto”, rivela Balocchi.

Papillon di Hipsteria

“Secondo me siamo stati dei mezzi geni”, si compiace l'imprenditore. “Se c'è bisogno di spazzolare e pettinare la barba si trovano in commercio spazzole “da cavallo”, vendute a 50-60 euro. Nella realtà invece, le scelte devono essere semplici, così ho realizzato un kit che ha lo scrub, con cui elimino la pelle morta, e poi c'è il pettine, e usciamo con questo kit a 5,50 euro al pubblico. Direi un eccellente rapporto qualità/prezzo. Per ora il nostro marchio è registrato in Europa e tutto il bacino del Mediterraneo. Distribuiamo in esclusiva i nostri prodotti anche da Sephora, dove di recente abbiamo presentato anche il concetto, piuttosto nuovo per l'uomo, di “Contouring” al maschile. La nostra comunicazione è easy, con espositori semplici, tanti colori e il claim che mette in evidenza la produzione avvenuta con orgoglio in Italia. Quest'estate usciamo con una linea tricologica di prodotti per capelli vegana, perché il futuro è bio e vegan”, continua Marco Balocchi.

In meno di 12 mesi, Hipsteria è già arrivato a diffondersi in circa 300 punti vendita sul territorio nazionale “e stiamo già lavorando con diversi Paesi in Europa (Francia, Gran Bretagna, Belgio, Spagna e Polonia)”, continua Balocchi. “Dal 2017 partiamo per “conquistare” il mondo. Siamo in apertura con Canada, USA e Australia. Le multinazionali furbe quando vedono dei progetti così se li accaparrano facendo offerte economiche importanti, e infatti siamo già stati contattati in questo senso, ma per ora vogliamo continuare con le nostre forze”.

Due portafogli del brand

Per i più appassionati al mondo Hipster sono nati poi gli accessori da uomo. “Siccome amo anche indossare il papillon, degno complemento della barba, sono andato a Napoli e mi sono fatto fare a mano da un sarto napoletano degli articoli al 100% realizzati in seta che marchiamo Hipsteria. I farfallini classici sono larghi 8 centimetri, io li ho fatti fare di 14 cm. di larghezza, perché il barbuto ha bisogno di papillon più grandi, che altrimenti scomparirebbero sotto una barba importante”.

“Poi siamo andati in Toscana e dalle concerie locali ci siamo fatti fare una linea di pelletteria: 4 papillon extralarge in seta, 3 portafogli in vera pelle toscana certificati
, 2 cinture in vero cuoio toscano, tutti rigorosamente Made in Italy. La linea si completa con dei portachiavi di mini papillon in seta. I portafogli li riportiamo in profumeria con dei counter display in stile un po' Andy Warhol che riprendono e omaggiano le sue opere di pop art che riproducevano le confezioni delle zuppe Campbell, sempre distribuiti in profumerie di alta gamma, farmacie e concept store”, dice Balocchi.

"Gel Riflessante" by Hipsteria

“E siamo anche molto social”, tiene a sottolineare l'imprenditore. “con YouTube, Instagram, Facebook, What'sapp 24 ore su 24. Il nostro sito racconta i prodotti e geolocalizza i clienti”.

La prima linea di prodotti di Hipsteria per la barba comprende:
 “Sapone da barba”, detergente dalla formulazione leggera con un effetto lucidante, “Olio da barba”, per rendere morbide e setificate le barbe più dure, Balsamo da barba, rinfrescante e idratante, la versatile “Cera per baffi e barba”, un kit spazzola e pettine specifici per la barba. Infine, c'è il “Gel Riflessante” Hipsteria. “Un prodotto waterproof che scurisce in modo leggero e discreto, e soprattutto naturale, i capelli un po' troppo pepe e sale”, chiosa l'imprenditore marchigiano.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriInnovazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER