×
1 447
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Risorse Umane
Tempo Indeterminato · FIRENZE
FIORELLA RUBINO
Fashion Editor
Tempo Indeterminato · ALBA
SIDLER SA
Collection Merchandising Manager Kids / Fashion Brand / Stabio
Tempo Indeterminato · STABIO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Prodotto & Coordinamento Fornitori
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Area Manager Outlet Europa - Fashion & Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Sistemi Informativi
Tempo Indeterminato · VIGEVANO
JENNIFER TATTANELLI
Responsabile Ufficio Prodotto
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Shoes Costing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · TORINO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Retail Supervisor Italia/Estero
Tempo Indeterminato · GENOVA
CONFIDENZIALE
Responsabile Vendite Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione e Avanzamento Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Export Manager Usa
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 apr 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Hermès: le vendite accelerano nel primo trimestre, trainate dalla Cina

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 apr 2019

Le vendite del gruppo francese del lusso Hermès hanno accelerato nel primo trimestre, raggiungendo gli 1,6 miliardi di euro in ragione del crescente successo delle sue borse, ma anche della crescita sempre sostenuta che ha registrato in Cina.


Il fatturato del sellaio-pellettiere è superiore al consensus delle agenzie Factset e Bloomberg, che puntavano entrambe su vendite per 1,58 miliardi di euro.
 
Nei primi tre mesi dell’esercizio, Hermès ha visto crescere la propria attività del 16% a dati pubblicati. A cifre organiche, la percentuale raggiunge il 12%. Si tratta di un’accelerata rispetto agli ultimi due trimestri del 2018, quando la progressione era stata del 9,6%.

“Spinto dal successo delle sue collezioni presso tutti i nostri clienti, Hermès sperimenta un’accelerazione delle vendite nel primo trimestre. Ciò testimonia la continuazione di una tendenza improntata al dinamismo, specialmente in Cina”, ha affermato Axel Dumas, presidente del gruppo, citato nel comunicato.
 
Il direttore finanziario, Eric du Halgouët, ha messo in risalto “una crescita molto solida, senza interruzioni del trend”, sottolineando in una conferenza telefonica che la “la dinamica è continuata in tutte le aree geografiche, con una crescita molto sana”, perché realizzata con “poco impatto dei prezzi e molto effetto volume a perimetro costante”.
 
In Asia (Giappone escluso), il business è cresciuto del 17% nel trimestre, “una performance eccellente, con una bellissima crescita spinta dalla Cina continentale, e una progressione a due cifre in tutti gli altri Paesi della zona”, secondo il comunicato.
 
Eric du Halgouët fa notare il “buon capodanno cinese”, ma sottolinea anche che l’insieme dei Paesi della regione "Grande Cina", vale a dire Hong Kong, Macao e Taiwan, “hanno anch’essi registrato progressioni in doppia cifra”.
 
Le vendite in Giappone crescono invece del 10% nel trimestre, così come quelle americane.
 
L’Europa (Francia esclusa) vede calare il giro d’affari del 9,5%, mentre il mercato domestico della Francia ha sofferto delle manifestazioni dei gilet gialli, registrando un piccolo +1%. I negozi di Faubourg Saint-Honoré e George V hanno “registrato un calo del traffico nei sabati”, ha affermato il direttore finanziario.
 
Per segmenti, la "Pelletteria e Selleria", core business del gruppo, famoso per le sue borse “Birkin” e “Kelly”, cresce del 12,5% nel trimestre, “beneficiando di consegne sostenute all'inizio dell'anno”.

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.