Hello Kitty multata da UE per limiti a concorrenza

La Commissione europea ha multato la società giapponese Sanrio, detentrice dei diritti di Hello Kitty e di altri personaggi, per aver ristretto le vendite nel mercato UE. Lo riferisce la stessa istituzione comunitaria in un comunicato.

@hellokitty

"La decisione conferma che i trader che vendono prodotti con licenza non possono subire il divieto di vendere i prodotti in un Paese diverso. Questo porterebbe a minore scelta e a prezzi potenzialmente più alti per i consumatori, ed è quindi contro le regole antitrust UE", ha spiegato la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager. "I clienti, che comprino una tazza di Hello Kitty o un giocattolo di Chococat, potranno ora godere di uno dei principali benefici del mercato unico: la possibilità di acquistare ovunque in Europa al prezzo migliore".

Nel 2017 la Commissione aveva avviato tre diverse inchieste antitrust per accertare se le pratiche di vendita di giganti come Nike, Universal Studios e la Sanrio avessero ristretto il mercato, impedendo ai commercianti le vendite cross-border e online nel mercato unico.

Un'inchiesta ha portato quest'anno una multa alla Nike per 12,5 milioni di euro, mentre quella sulla Universal è ancora in corso.

Per quanto riguarda la Sanrio, la Commissione rileva che "gli accordi di licenza per il merchandising violano l'Articolo 101 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea che proibisce accordi tra aziende, i quali impediscano, restringano e distorcano la competizione sul mercato unico UE".

Fonte: APCOM

Moda - AccessoriModa - ScarpeModa - AltroDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER