×
1 310
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
18 nov 2022
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Haider Ackermann firma uno show super energico per Fila a Manchester

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
18 nov 2022

Un vecchio deposito ferroviario nel sud-est di Manchester, dove la pioggia filtra qua e là. Una musica che pompa nell'immenso spazio oscuro. È questa la cornice scelta da Haider Ackermann per il proprio ritorno sulle passerelle dopo oltre due anni di assenza, in occasione della sua collaborazione con Fila, svelata giovedì sera durante un energico show. In arrivo, una collezione dalla forte estetica sportiva in una tavolozza colori divertente e fresca, che sorprende.

La visione sportiva e sexy dei giovani per Haider Ackermann - Fila


Con shorts da running indossati sui leggings, tute morbide, giubbotti di nylon, colori sgargianti che scratchano tra loro (azzurro cielo, verde mela, rosa salmone, giallo piccante, arancio vitaminico), lo spirito è nettamente anni Novanta, come se il designer francese di origini colombiane avesse cercato l’ispirazione nei rave party dell'epoca con reminiscenze nordeuropee à la Ken Loach, per riproporle trent'anni dopo in una versione speed e contemporanea.

Le prime modelle sbucano da lontano in un alone di luce abbagliante, in total look bianco. Si lanciano lungo l'interminabile passerella candida, vestite da Catwoman con una tuta che ne sottolinea le curve del corpo e un soprabito svolazzante, oppure in completi di nylon che le ricoprono dalla testa ai piedi con guanti in tinta, alla maniera delle tute anti-Covid. I colori a poco a poco si mischiano. Prima un verde fluo in una tuta attillata, una giacca a vento lucida, una maglietta o un paio di calzini. Poi un verde più pronunciato in un berretto di lana.

Ora appaiono le grafiche. Scacchi, quadri grandi o righe in bianco e nero si vedono su shorts, pantaloni di seta, impermeabili reversibili foderati di verde, tailleur pantalone. Esplodono poi il blu elettrico di un abito corto con cut-out che scopre le spalle, abbinato a un paio di ghette e maniche in lycra rimovibili, o il verde acqua di una tuta oversize, seguiti da eleganti completi in maglia monocolore, composti da pantaloni e giacca cardigan, in verde brillante o turchese.

E ancora mini shorts multicolori, body, felpe con cappuccio, abitini traforati e costumi da bagno in ecopelle. I materiali tecnici stretch disegnano la silhouette, avvolgendo tutto il corpo, dalle gambe alle scarpe col tacco, fino alle braccia e alle mani, compresa la testa, che viene racchiusa in vari passamontagna-cuffia, per un look futuristico.

Haider Ackermann al termine dello show - Fila


Improvvisamente appaiono quattro modelli sportivi in ​​leggings, la maglia schiacciata contro il corpo, in colori contrastanti (viola-arancio, verde-rosa, giallo-turchese). Avanzano a passo spedito sulla musica techno-minimal che accompagna lo show in modo ripetitivo, fino a incrociare una ragazzina che li precede tutta vestita di malva. Alla fine della passerella, un gruppo torna indietro, superando i modelli che stanno avanzando. La musica accelera e anche il ritmo. Un ritmo sincopato che si ritrova nel logo Haider + Fila, che si fonde lungo le gambe o le maniche, nel fondo di una maglia o nei colletti rimovibili.
 
Haider Ackermann gioca con i codici dello sport. Attraverso dettagli, come i bordi a coste elastiche intorno alle maniche delle magliette o gli occhialini da nuoto trasformati in occhiali da sole retrò. Un completo nero bordato da una treccia colorata sul fianco richiama il lessico delle tute. I pantaloni jogging stretti sui polpacci sono proposti in velluto color cioccolato. Una giacca classica, con la sua tasca con asola e la fila di bottoni neri sul polsino, è tagliata in nylon giallo fluorescente. Allo stesso modo, un tradizionale cappotto nero, anch'esso confezionato in nylon, risulta impalpabile.
 
“Lo sport è il nuovo sexy”, afferma Haider Ackermann nel backstage. “Rispetto al passato, ora i giovani fanno tutti sport, sono molto più attenti al proprio corpo rispetto a noi”. Per quanto riguarda questo mix tra sport e couture, “è venuto naturale. Si vede così tanto abbigliamento sportivo per strada che non è più una sorpresa. Infonderlo di sartorialità, è quello che gli dà più forza, quello che mi piace. Amo l'idea di un completo sportivo”, spiega.
 
“Per me è stato un nuovo approccio. Volevo cercare con Fila una forma di energia elettrica, mentre il mio lavoro abituale è molto più errante, romantico e distante. In questo caso volevo essere davvero attaccato alla vita”, confida il designer, che è riuscito a infondere in Fila un sottile tocco di moda underground.

Rinomato per il suo talento nei tagli e nelle costruzioni, questo designer inclassificabile, che da tempo si lascia influenzare dalle culture del mondo, si mostra in questa occasione sotto una nuova luce... in attesa di svelare un'altra delle sue sfaccettature il prossimo gennaio, al timone della collezione haute couture di Jean Paul Gaultier.

Un momento del défilé per la collezione Haider + Fila - Fila


“Questo è il prossimo passo! Il passaggio dallo sportswear all'haute couture, due mondi totalmente diversi, ma che allo stesso tempo si assomigliano, visto che parlano di corpo”, dice. Con la crisi legata al Covid, lo stilista noto per aver imposto una silhouette sensuale e senza tempo, che è stato anche direttore artistico di Berluti, è stato costretto a sospendere il suo marchio di prêt-à-porter. Da allora, per Haider Ackermann si sono susseguite le collaborazioni.

Prima di Fila e Jean Paul Gaultier, nel 2021 ha lavorato per l'etichetta femminile belga d’alta gamma Maison Ullens. Alla domanda se ha intenzione di rilanciare la sua label, fondata nei primi anni 2000, che ha sfilato a Parigi fino a febbraio 2020, Ackermann risponde con una piroetta lessicale: “Vi terrò aggiornati!”.
 
Con questa sfilata, dopo la collaborazione con Y/Project e Glenn Martens, il marchio italiano di sposrtswear, dal 2007 di proprietà dell'imprenditore sudcoreano Gene Yoon tramite la società Fila Korea, sta guadagnando ancora più visibilità, tanto più che ha investito in un evento altamente mediatico. Quasi 200 ospiti sono stati invitati a questa serata speciale, che si è conclusa con una sontuosa cena a lume di candela. Tra loro una sfilza di celebrità, come l'attrice americana Chloé Grace Moretz, la sua collega inglese Emma d'Arcy o la star Andrew Garfield.

Si è notata anche la presenza del comico australiano Cody Fern, del suo connazionale Jordan Barrett, del modello spagnolo Manu Rios. Non mancavano, ovviamente, le star coreane Krystal Jung e Kim Woo-Seok.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.