×
729
Fashion Jobs
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
GOLDENPOINT
Marketing&Communication Manager
Tempo Indeterminato · CAVRIANA
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile di Produzione Pelletteria
Tempo Indeterminato · VICENZA
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile Vendite Italia Estero
Tempo Indeterminato · VICENZA
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Procurement Specialist
Tempo Indeterminato · CERRETO GUIDI
MICHAEL PAGE ITALIA
Technical Sales - Adesivi - Chimica - Home Office
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Plant Controller
Tempo Indeterminato · CERRETO GUIDI
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
E-Commerce & Content Manager
Tempo Indeterminato · VICENZA
MICHAEL PAGE ITALIA
Sales Manager Italia - Produzione Abbigliamento Conto Terzi
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Impiegato Ufficio Tesoreria
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Gaming Projects Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Art Direction - Watches & Jewelry
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
HR Retail Business Partner
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DIESEL
Global Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
THUN SPA
Head of Demand Management
Tempo Indeterminato · BOLZANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Digital ed E-Commerce Per Brand Sneakers Veneto
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Collezione Maglieria
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Associate Leather Goods Merchandising Manager
Tempo Indeterminato ·
MANPOWER PROFESSIONAL
Responsabile di Produzione Abbigliamento Romania
Tempo Indeterminato · MODENA
MANPOWER PROFESSIONAL
Export Manager Arredamento Design
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Responsabile Tecnico Qualità
Tempo Indeterminato · PADOVA
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
18 mar 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

H&M riapre in Cina, ma chiude in Germania e negli Stati Uniti

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
18 mar 2020

Come le autorità locali di nazioni ogni giorno diverse mettono in atto restrizioni per combattere l’epidemia di Covid-19, il distributore svedese H&M annuncia contestualmente la temporanea chiusura di suoi negozi in nuovi Paesi. Il 18 marzo, il gruppo H&M chiuderà i propri punti vendita nei suoi due mercati più grandi del mondo, Germania e Stati Uniti.

Collezione H&M Conscious Exclusive, Primavera 2020 - H&M


Dall'altra parte del Reno verranno chiusi 460 punti vendita, e negli USA H&M ha deciso di non aprire 590 unità. In Nord America, è interessato dal provvedimento anche il Canada, con 96 boutique chiuse, mentre in Sud America il gruppo chiude i suoi punti vendita in Perù.
 
In Europa, l'azienda ha gradualmente messo in stand-by l'attività dei suoi negozi fisici prima in Italia e Spagna, per poi estendere la misura a Francia, Slovacchia, Grecia e Svizzera. A partire dal 18 marzo, il gruppo chiude inoltre le proprie vetrine sui mercati portoghese e belga.

Una paralisi della sua attività in Europa e Nord America che fa seguito ad una situazione identica creatasi in Cina e in alcuni Paesi asiatici nelle ultime settimane. Ma la crisi sanitaria si sta riassorbendo sul mercato cinese, perciò il gruppo svedese ha precisato di aver già riaperto 500 dei suoi 516 negozi nell’ex Celeste Impero. “Le vendite in Cina hanno gradualmente iniziato a riprendersi quanto più la situazione è migliorata”, commenta H&M. Tuttavia, visto che in questo continente il coronavirus sta ancora dilagando, la società proprietaria dei brand Cos, & Other stories e Monki, ha deciso di chiudere i suoi negozi nelle Filippine e in Malesia.

Un capo della collezione appena creata dalla stilista colombiana Johanna Ortiz per H&M


“La nostra priorità è la sicurezza dei nostri dipendenti e dei nostri clienti. Tutte le attività commerciali dell’azienda sono ora attentamente valutate - anche dal punto di vista dei costi e dei rischi, al fine di mitigare gli effetti negativi della situazione. Ad esempio, l'attenzione è rivolta alla regolazione dei livelli di inventario”, precisa il gruppo svedese, che ha reso noto un aumento del 5% del fatturato nel primo trimestre del 2020.
 
H&M non ha elaborato una quantificazione complessiva dei negozi che ha chiuso, ma possiamo stimare che questa cifra raggiunga almeno 2.000 unità su 5.000. Il suo rivale diretto, lo spagnolo Inditex, ha invece appena comunicato con precisione la chiusura di 3.785 punti vendita, pari alla metà esatta della sua rete mondiale di store.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.