×
1 345
Fashion Jobs
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
Pubblicato il
10 mar 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Guerra ai falsi, Bonaveri vince in Cina

Pubblicato il
10 mar 2021

Nuovo importante traguardo nella guerra ai falsi in Cina: lo specialista di manichini Bonaveri annuncia di aver vinto la battaglia legale contro Ellassay. La fashion company, in capo al colosso di abbigliamento Shenzhen Ellassay Fashion, è stata condannata in giudizio per contraffazione e violazione del copyright della collezione ‘Aloof’ prodotta dal gruppo ferrarese. 

I manichini della collezione 'Aloof'


Dopo un confronto sia in primo grado che in appello, la Corte di Shenzhen ha giudicato Ellassay colpevole di aver copiato i modelli di Bonaveri e di averne rivendicato i diritti d’autore, dichiarando di aver progettato e sviluppato internamente il prodotto, registrandone il copyright presso l’ente competente, il National Copyright Administration of the People’s Republic of China.
 
Ellassay è stata condannata al risarcimento dei danni economici con una parte aggiuntiva a titolo punitivo, decretando la distruzione di tutti gli stampi e delle copie prodotte, il pagamento degli interessi commerciali e la presentazione a proprie spese di pubbliche scuse a Bonaveri sul quotidiano economico Shenzhen Economi Daily.

L'azienda emiliana incassa così una doppia vittoria in Cina: oltre il risarcimento, infatti, la sentenza riconosce a Bonaveri il pieno diritto d’autore sulla collezione ‘Aloof’ e rappresenta un importante traguardo nella protezione del copyright nell’ex impero celeste, nella tutela del processo creativo e nella salvaguardia del Made in Italy.

Guido e Andrea Bonaveri

 
“Copiare un prodotto significa appropriarsi non solo del risultato di un lavoro, ma del lavoro stesso che ne ha permesso la realizzazione” dichiara Andrea Bonaveri, Ceo di Bonaveri. “Tutelare il Made in Italy vuol dire tutelare la ricerca, il know-how, l’impegno, le attività e tutte le professionalità coinvolte nel processo produttivo: dall’ideazione alla realizzazione finale”.
 
Bonaveri è il brand più copiato dai produttori di manichini low cost. E se in Cina si sta adottando una politica di maggior tutela normativa e di sensibilizzazione dei giudici sul crescente problema della contraffazione, dati Osce mostrano come il Paese del Dragone rimanga il primo produttore al mondo di merci contraffatte e l’Italia il terzo più colpito dal commercio dei falsi. 

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.